Xbox e PlayStation “turbate” dal management di Activision da parte del suo storico CEO

Lui indagine giornale di Wall Street chi, martedì 16 novembrein polvere: il management di Activision Blizzard, e in particolare Bobby Kotick, presidente e amministratore delegato (CEO) trentennale del colosso videoludico americano, sono accusati di aver ignorato, se non insabbiato, diversi casi di molestie, aggressioni e persino stupro avvenuto negli Stati Uniti Ambiente aziendale.

Il signor Kotick è stato accusato principalmente di essere intervenuto personalmente per salvare la posizione di uno dei leader della controllata Activision Blizzard, ma è stato ritenuto responsabile molestie durante le indagini interne. Tra le altre storie sulla cultura aziendale tossica, le indagini giornale di Wall Street menzionato anche accuse di abuso morale contro il sig. Kotick.

Sebbene la società, contattata dal quotidiano americano, abbia riconosciuto di non essere riuscita a garantirlo “comportamento completo” [ses] i dipendenti rispettano [ses] valore e per [ses] speranza “invece, ha difeso il suo amministratore delegato, spiegando “che non può essere informato di ogni cattiva condotta all’interno di ogni ramo di Activision Blizzard, né è irragionevole aspettarsi che venga tenuto informato di ogni singola questione » che colpisce i dipendenti dell’azienda.

Leggi anche Molestie sessuali ad Activision Blizzard: come il colosso dei videogiochi è caduto nel caos

Invito alle dimissioni

A seguito dell’indagine di giornale di Wall Streetancora 800 dipendenti Activision Blizzard ha chiesto al loro leader di dimettersi e un gruppo di azionisti di minoranza ha espresso la stessa richiesta. Il consiglio di amministrazione del gruppo, invece, ha riaffermato la propria fiducia nel sig. Kotick e la sua capacità di intraprendere le azioni necessarie per risolvere le situazioni.

Oggi, però, non sono solo i dipendenti o gli ex dipendenti a criticare Bobby Kotick e il management di Activision Blizzard, ma i suoi due più importanti partner commerciali: il capo di Xbox e PlayStation, le due console su cui si giocano i giochi Activision Blizzard. più.

Mercoledì, Jim Ryan, capo della divisione PlayStation di Sony, ha condiviso un’e-mail inviata ai suoi dipendenti che indagavano sul caso. giornale di Wall Street. In questa email ottenuta da Bloombergha spiegato che c’era “Disgustato e francamente stordito [d’apprendre] che Activision non si è dotata di altri modi per combattere questa cultura radicata di discriminazione e molestie”..

Nella stessa e-mail ai suoi dipendenti, il sig. Ryan ha spiegato di aver contattato Activision dopo la pubblicazione dell’articolo, a” Veloce [son] attenzione e ha chiesto loro quale metodo avrebbero usato per combattere” contro i malfunzionamenti rilevati da giornale di Wall Street. “Riteniamo che la loro spiegazione non sia adatta alla situazione”ha concluso, riferendosi alle risposte date ai giornali americani.

Leggi anche Molestie sessuali su Activision Blizzard: “Overwatch 2” e “Diablo IV” rinviati

Il giorno successivo, è stato Phil Spencer, capo della divisione Xbox di Microsoft, a parlare del caso in un’e-mail che è stata distribuita ai dipendenti e di cui anche Bloomberg può entrare in possesso. Si dice lì “disturbato e molto problematico” per storia giornale di Wall Streetevocare comportamenti che non sono stati “nessun posto nel nostro settore”. Oltre alla sua controparte PlayStation, ha spiegato “valutare tutti gli aspetti del nostro rapporto con Activision Blizzard” e pretende di continuare “per aggiustamento”.

Reclami questa estate

Questa non è la prima volta che la dirigenza di Activision Blizzard si trova ad affrontare tali accuse. La società è stata oggetto di una denuncia da parte della California Equal Employment Opportunity Commission (EEOC) a luglio, sulla base di un’indagine di due anni.

In un comunicato, lo ha affermato il rappresentante dell’azienda “disgustoso” con accuse e affermano che essi “non rappresenta l’ambiente di lavoro di Activision Blizzard oggi.” Un dirigente del gruppo, Frances Townsend, ha successivamente affermato in una nota interna che la stessa denuncia lo era “infondato e irresponsabile”ha dato “un’immagine distorta e falsa della nostra azienda” e include “vecchie storie estrapolate dal contesto e di fatto false”.

Leggi anche L’editore di videogiochi Activision Blizzard è stato oggetto di accuse di molestie sessuali

Per protesta, tra i 200 ei 350 dipendenti hanno manifestato davanti all’edificio aziendale, ritenendo insufficiente la risposta della direzione. Lo stesso Bobby Kotick si è scusato per la risposta iniziale di Activision, rimpiangendo che la direzione lo avesse fatto “incapace di offrire empatia e comprensione adeguate”. Tuttavia, apprendiamo oggi, nell’indagine giornale di Wall Streetche il sig. Kotick è in realtà l’autore della nota interna ufficialmente collegata a Frances Townsend.

Da allora, Activision Blizzard ha annunciato Creazione di fondi da 18 milioni di dollariche sarà utilizzato per risarcire le vittime identificate dall’EEOC.

Il signor Kotick è intoccabile?

Se Bobby Kotick per ora resta supportato dal cda è perché ha fatto di Activision, azienda sull’orlo del fallimento trent’anni fa, uno dei maggiori colossi del settore.

Editore dall’inizio degli anni 2000 di serie di successo, come Call of Duty, Guitar Hero Dove Pattinatore professionista di Tony HawkActivision è anche diventata proprietaria della divisione videogiochi Vivendi nel 2008, rilevando la sussidiaria Blizzard e serie molto popolari, come Mondo di Warcraft Dove navicella spaziale Più di recente, nel 2015, Activision ha acquisito King Digital Entertainment, lo studio responsabile Candy Crush Saga, una delle app più vendute nella storia del mobile gaming. Oggi, secondo l’editore, 400 milioni di persone giocano ad almeno un gioco Activision ogni mese.

Storicamente il principale editore di videogiochi “indipendente” (nel senso che è stato il primo a sviluppare e pubblicare, dal 1979, giochi destinati a console progettati da aziende concorrenti, come l’Atari di ieri, o le odierne Sony e Microsoft), Activision è il sotto la presidenza del sig. Kotick il primo editore americano per fatturato. Al punto da rendere Bobby Kotick uno dei capi più pagati del settore, attirando critiche dalla critica, aveva anche annunciato in ottobre che avrebbe diviso a metà il suo stipendio e tutto il suo stipendio.

Tuttavia, Bobby Kotick è intoccabile? Ironia della sorte, se Activision ha fatto fortuna sviluppando giochi per le console di altre aziende, è questa dipendenza dalla stessa azienda che potrebbe minare il suo CEO, in un momento in cui non era altro che santità in Sony e Microsoft. .

Leggi anche Molestie sessuali nei videogiochi: i dipendenti di Activision Blizzard si mobilitano

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.