A soli 166 milioni di euro, l’esposizione creditizia delle banche greche ai rischi russi

Esposizione delle banche greche a “Pericolo russo“, Poiché i prestiti concessi dagli istituti di credito greci a russi, persone fisiche e giuridiche, non superano 166 milioni di euro.

Sebbene il sistema bancario della zona euro nel suo insieme non sembri avere un’ampia esposizione di prestiti alla Russia, singole banche in diversi paesi mantenere una presenza significativa nel Paese.

Secondo la Banca dei Regolamenti Internazionali (FINO A QUANDO) Le banche italiane hanno prestato alla Russia 22,51 miliardi di euro, le banche francesi hanno prestato alla Russia un totale di 22,3 miliardi di euro, le banche austriache 15,5 miliardi di euro e le banche tedesche 7,1 miliardi di euro. Le banche statunitensi hanno prestato un totale di 12,4 miliardi di euro (14,7 miliardi di dollari).

Prestiti complessivi di banche estere alla Russia fissato a circa 108 miliardi di euro.

Ciò che va sottolineato è che le banche americane ed europee si sono ritirate dalla Russia negli ultimi anni. soprattutto dopo gli eventi in Crimea nel 2014.

A quel tempo, l’opinione pubblica internazionale osservava mentre la Russia continuava l’annessione della Crimea attraverso operazioni militari segrete e un controverso referendum.

Questa annessione è cambiata molto a livello internazionale e ha portato in gran parte agli eventi odierni. Mai dalla Guerra Fredda le relazioni Russia-Occidente sono state così tese.

I paesi occidentali hanno poi parlato di un nuovo ordine postbellico e imposto sanzioni a Mosca. Allo stesso tempo, la NATO sta rafforzando la sua presenza negli Stati baltici. Sia la Russia che l’Occidente hanno iniziato a investire più che mai in nuove attrezzature.

E come risultato di questa intensità Anche i prestiti alle banche internazionali in Occidente sono stati ridotti per i cittadini e le imprese russe.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.