tre matrimoni e un funerale (ma sontuoso)

Crea, sì, ma devi ancora trovare il luogo, le vene della guerra. Nel centro storico di Empoli (Toscana) ha aperto a fine settembre dello scorso anno la libreria San Paolo Libri & Persone. E a quanto pare non si sa molto…

“Libri e persone”

Situato nella vicina parrocchia di Sant’Andrea, questo locale è attento ai libri, ma anche, come suggerisce il nome, alle persone: infatti la metà dei suoi dipendenti è affetta da disabilità, come Michele, operato per un tumore al cervello a 26 anni e ora ha difficoltà visive.

« Libri & Gente di San Paolo », ha spiegato al direttore Fabio Cremonesi gonews,« è un progetto culturale, cioè di libri, ma soprattutto è un progetto sociale, che riguarda le persone. Riguarda il lettore, come in qualsiasi libreria, ma che ha l’ambizione di aprirsi alla società. (…) Libri & Persone significa che vogliamo essere aperti a tutte le autorità della regione.»

La libreria è di proprietà di una cooperativa sociale (Sintesi Minerva, che impiega più di 600 persone e realizza decine di progetti in tutta la Toscana). Il condirettore della libreria è Fabio Cremonesi, selezionato come miglior traduttore dal supplemento letterario di Corriere della Sera “La Lettura”, nel 2017, grazie alla sua traduzione in italiano dei libri del famoso autore americano Kent Haruf.

Storico dell’arte di formazione e dirigente di multinazionale per gran parte della sua vita, Cremonesi è entrato nel mondo della traduzione grazie alla sua conoscenza delle lingue.

Nel cuore della comunità

Lasciò la sua città natale, Milano, per stabilirsi nella piccola città di Empoli: “Ho accettato questa nuova sfida proprio per la sua dimensione sociale. Se dovessi aprire una libreria qualunque nel centro di Milano rifiuterei, ma in questo caso è diverso, siamo in realtà a misura d’uomo (… )”, ha spiegato al Corriere della Sera.

« Qui hai la sensazione di poter avere un impatto reale sulle realtà locali, sulle persone che vengono a trovarti e con le quali puoi costruire un rapporto di empatia e intimità attraverso la lettura.»

Per quanto riguarda l’assortimento delle librerie, la scelta è ampia per i lettori: narrativa, saggistica, poesia, libri d’arte, grandi classici, oltre a un’ampia selezione di manga presente in libreria.

Tuttavia, l’enfasi è sull’editoria indipendente: “Appena entri nella nostra libreria, troverai un piccolo editore, poco conosciuto, ma che nasconde un tesoro inestimabile. “, ancora contare su Corriere della Sera direttore della traduzione.

Quando Napoli si stabilì nel nord Italia

Particolarmente interessante è il Progetto MA Bookstore, in quanto è il caso in cui un imprenditore del Sud decide di scommettere su una struttura editoriale del Nord per sviluppare e realizzare una libreria.

L’azienda napoletana Mooks ha infatti aperto il suo primo punto vendita fuori dal capoluogo Napoli. È stato inaugurato a Torino il 6 gennaio 2022. Ma non è tutto: per il 2022 sono previste altre dieci aperture nelle principali città italiane.

Le librerie forniscono un luogo importante per l’ambiente – concepito sia come ecosistema che come spazio – e sono di ispirazione orientale (MA è un ideogramma giapponese che denota un concetto estetico e filosofico, ovvero lo spazio vuoto tra due elementi strutturali).

Ma è importante anche l’impegno ecologico: “I nostri cuori sono verdiLo ha detto Federica Morra, coordinatrice del progetto TeleAmbiente, «e vogliamo coinvolgere i giovani under 30 che credono nella protezione del pianeta e sono pronti a scommettere (…). Stiamo pensando a workshop, concorsi e incontri per rendere le librerie un luogo verde e vivo.»

Un altro dato molto importante che dimostra l’impegno sociale delle librerie è la scelta dei dipendenti: sono infatti tre i librai over 50, che vengono accolti al termine della loro esperienza professionale.

Mark, 53 anni, ha detto a Teleambiente: “Sono laureata in filosofia, lavoro alla Fiera del Libro di Torino e in una libreria (…). Trovare la professione in cui credevo all’età di 53 anni è stata un’opportunità per rinascere e tornare a suonare più tardi nella vita, sia per me che per gli altri.»

Quando uno scrittore trova una libreria

Il 22 dicembre 2021 a Gallipoli, in Puglia, apre una originalissima libreria:Macaria, libreria indipendente e negozio di cultura. Una delle particolarità di questa struttura è che è stata fondata da uno scrittore, Andrea Donaera, con il quale sono stati fondati Edoardo Luigi Macrì, Gaia Giovagnoli (librai e social media manager) e Alessio Fasano (che ha curato la sezione fumetti). Sono loro i vincitori del concorso Pin de la Regione Puglia per le giovani start up.

Come ha raccontato Donaera all’agenzia dell’Ansa, “Macaria significa stregoneria nel dialetto gallipolino” : È “Libreria gotica focalizzata su editori indipendenti“. Definisce anche una nuova struttura NuovoQuotidianodiPuglia.it Piace “posti culturali e spazi aperti dove si possono svolgere lezioni, laboratori di scrittura, incontri di scrittori e laboratori».

Andrea Donaera è un autore pubblicato in Italia dall’edizione NN (Colui che non tocca mai terraè il suo ultimo libro, 2021). Il libro che lo ha reso famoso è statosono un animale,uscito nel 2019, tradotto anche in francese da Lise Caillat edito da Cambourakis (Sono un animale2021).

Questo progetto di creare una libreria lo ha riportato a casa, nella sua Gallipoli, nel Sud, che è anche il paesaggio mentale dei suoi romanzi: “Negli ultimi anni ho viaggiato molto per lavoro come ascrittore fantasmae i miei studi tra Bologna e Rimini, e durante la pandemia è nata questa idea che mi ha riportato a casa. A Gallipoli, dove tanti giovani stanno facendo grandi cose, cercheremo di fare grandi cose con i libri.»

Per quanto riguarda l’assortimento, ampio spazio è riservato ad editori e scrittori pugliesi e, in generale, agli editori indipendenti.

Mondadori a Milano: una libreria in movimento

L’edificio parzialmente occupato da Mondadori nel centro di Milano, nei pressi del Duomo, è attualmente oggetto di “invito a manifestare interesse“, uno strumento che serve ad individuare investitori e soggetti interessati nella riqualificazione di uno spazio di 7.260 mq disposto su cinque piani.

Lo spazio sarà presto occupato da hotel di lusso con tutti i servizi inclusi. Lo scopo di questa modifica è quello di migliorare l’edificio dal punto di vista della redditività e nel contempo garantire un mix di funzioni adeguato al contesto di Piazza Duomo.

La libreria Mondadori non sarà definitivamente interrata: si stabilirà nel 2022 non lontano dalla sua posizione originaria, all’angolo con via Mazzini, dove Benetton è stata dal 2003 fino allo scorso marzo.

credito fotografico: Nathan Walker/Unsplash

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.