Stellantis testa il 5G per migliorare la sicurezza stradale

Associazione automobilistica 5G testare gli avvisi di sicurezza per veicoli e pedoni in tempo reale utilizzando la tecnologia di rete mobile 5G. Stellantis partecipa con la Jeep Wrangler 4xe plug-in hybrid.

Gruppo Stellantis frequentare test auto utilizzando connessione 5G e tecnologia MEC (Edge Computing ad accesso multiplo). Questo test è stato effettuato dalla 5G (5GAA) Automotive Association ed è stato effettuato sulla strada aperta a Blacksburg, in Virginia. Le simulazioni di situazioni pericolose per conducenti e pedoni hanno dimostrato l’importanza di questa nuova tecnologia di crociera per la sicurezza stradale.

“L’obiettivo principale nello sviluppo di questa tecnologia di nuova generazione è migliorare la sicurezza di conducenti e pedoni sulla strada”. ha affermato Ned Curic, Chief Technology Officer del Gruppo Stellantis. “La Jeep Wrangler 4xe plug-in hybrid è il veicolo ideale per questo test in quanto è dotata della tecnologia di comunicazione V2X (vehicle-to-everything) e della tecnologia che avvisa il conducente dei rischi per la sicurezza. Attraverso 5GAA, stiamo lavorando con il mondo aziende leader nel preparare le basi per una tecnologia di gestione autonoma che andrà a beneficio dei nostri prodotti e clienti”.

Il Gruppo Stellantis è coinvolto in numerose iniziative in tutto il mondo. Ha anche partecipato a un programma di test simile a Torino, in Italia. L’obiettivo qui è valutare la tecnologia 5G e la gestione dei big data, incluso il dimensionamento e la configurazione della capacità IT a bordo del veicolo. La comunicazione wireless ad alta velocità è essenziale per aumentare l’autonomia dei veicoli e sviluppare le future tecnologie di mobilità e servizi di connettività.

Jeep Wrangler 4xe ibrida plug-in. foto: Stellantis

Grazie a un dispositivo installato nell’ibrida plug-in Jeep Wrangler 4xe, l’auto può segnalare la propria posizione alle infrastrutture circostanti, allertare pedoni e altri veicoli e ricevere avvisi dalla rete cellulare. Programma di test 5GAA utilizzare telecamere e sensori dell’infrastruttura per raccogliere dati dettagliatiche integra ciò che l’auto “vede” con i propri sensori. Grazie alle connessioni 5G ad alta velocità e alla tecnologia MEC, il sistema può prendere rapidamente decisioni nei punti di raccolta dati, ad esempio agli incroci, e allertare pedoni e veicoli di potenziali rischi per la sicurezza.

fonte: comunicato stampa, foto: Stellantis

Marinella Castiglione

"Tipico risolutore di problemi. Incline ad attacchi di apatia. Amante della musica pluripremiato. Nerd dell'alcol. Appassionato di zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.