Secondo gli Usa, Mosca spende 300 milioni di dollari per la corruzione dei politici mondiali. Aveva un grande interesse a ripulire l’Europa e l’America, dice il commentatore Slezák

“Per alcuni paesi, finora ne conosciamo solo quattro, grazie agli articoli del Washington Post o ai rapporti di altri media americani, come la CNN. “Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, Albania e anche Madagascar sono menzionati esplicitamente”, ha affermato il commentatore della radio ceca Milan Slezak.

Leggi anche

“Possiamo solo speculare su altri paesi, ma in un paese asiatico l’ambasciatore russo avrebbe consegnato una somma di denaro direttamente a un candidato alla presidenza. Non sappiamo che tipo di paese sia. In totale, però, deve riguardare cento paesi e quattro continenti”. La Repubblica Ceca non è stata nominata nel rapporto.

Secondo Slezák, tieni presente che ci basiamo ancora esclusivamente sui suddetti rapporti di servizio americani. “Tuttavia, penso che sia molto certo che Mosca stia cercando di influenzare l’opinione pubblica o anche la politica nei paesi occidentali. Come ci riesce è un’altra questione”.

“Se fosse un sostegno finanziario diretto, che la persona che riceve il denaro probabilmente dovrebbe sapere, sarebbe qualcosa di davvero insolito in questo mondo, ma del tutto comprensibile in termini di diffusione dell’influenza russa”.

Soldi russi per Salvini e Le Pen

Secondo il rapporto, Mosca prende di mira partiti politici o candidati che possono in qualche modo aiutarla, ad esempio promuovendo la linea russa sulla questione della guerra in Ucraina – non intensificando il conflitto e negoziando direttamente con Mosca – o contribuendo indirettamente a raggiungere gli obiettivi della Russia – per esempio, la scissione dell’Unione Europea. .

Se aiuterà la Russia a raggiungere i suoi obiettivi, sarà molto felice di allearsi con i partiti europei di estrema destra.

Milano Slezak

Il rapporto afferma anche che la Russia prevede di spendere milioni in più per influenzare i politici. “Mosca ha un grande interesse a ripulire l’Europa e l’America perché le hanno imposto sanzioni”.

Si diceva che avrebbe cercato di farlo soprattutto nei paesi in cui avrebbe potuto ottenere qualcosa. “Ci ha provato anche in passato. Sappiamo, ad esempio, che Silvio Berlusconi e Matteo Salvini erano molto legati ai russi in Italia”.

Leggi anche

“Per un po’ Salvini è stato l’uomo più popolare della destra italiana, ora Giorgia Meloni lo ha raggiunto. Non voglio speculare sull’entità di questo perché è stato dimostrato che la Lega di Salvini riceve soldi da La Russia in passato”.

Un altro esempio di partito di estrema destra che ha ricevuto denaro russo in passato è il partito di Marine Le Pen. “E qui vediamo un paradosso interessante. Molte persone, anche qui, vedono ancora la Russia come un paese di sinistra. Ma se lo aiuta a raggiungere i suoi obiettivi, è molto felice di unirsi ai partiti europei di estrema destra”.

Ascolta l’intera intervista in audiocassetta.

Franco Fontana

"Fanatico della musica amatoriale. Ninja dell'alcol. Piantagrane impenitente. Appassionato di cibo. Estremamente introverso. Nerd di viaggio certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.