Oltre 1.400 migranti arrivano sull’isola italiana di Lampedusa

Più di 1.400 migranti sono arrivati ​​questo fine settimana su circa 15 barche nella piccola isola meridionale italiana di Lampedusa, secondo quanto riportato dai media, mentre una ONG ha avvertito che altre centinaia erano in difficoltà nelle acque maltesi.

Quasi 400 migranti di varie nazionalità, tra cui 24 donne e bambini, erano a bordo della barca che è stata intercettata al largo di Lampedusa, riferiscono le agenzie di stampa italiane.

Un’altra barca di 20 metri con a bordo 325 persone è stata intercettata a circa 13 km dalla costa dell’isola, mentre centinaia di altri migranti sono arrivati ​​con imbarcazioni più piccole.

L’arrivo di questi migranti è stato criticato da Matteo Salvini, leader della Lega di estrema destra italiana, che sarà processato per aver bloccato i migranti in mare nel 2019 quando era ministro degli interni.

«Con milioni di italiani in difficoltà, non possiamo pensare a migliaia di clandestiniha detto, chiedendo un incontro con il presidente del Consiglio Mario Draghi.

L’ONG Alarm Phone, che gestisce una linea telefonica di emergenza per assistere i migranti, ha chiesto aiuto per raccogliere passeggeri da cinque navi che trasportano più di 400 persone al largo delle coste di Malta. “La situazione sulla nave è critica (…) Ora serve il soccorso!“, ha sottolineato questa organizzazione.

Intanto le autorità giudiziarie siciliane questo fine settimana hanno rinnovato il divieto di qualsiasi intervento in mare alla nave di soccorso della ONG tedesca Sea-Watch 4 che ha dovuto trattenerla nel porto di Palermo, in Sicilia.(Italia meridionale), per sei mesi, fino a quando Marzo, dopo le ispezioni ha trovato sulla barca troppi giubbotti di salvataggio a causa delle sue dimensioni.

I membri delle ONG ritengono che le ispezioni siano una deviazione per le autorità per bloccare gli edifici e impedire loro di salvare i migranti in mare.

«Ci auguriamo che le autorità non ci impediscano di recarci nel Mediterraneo centrale con le stesse accuse insensate a cui siamo abituati“, ha twittato Sea-Watch Italy venerdì dopo il ritorno dalla sua missione finale.

Un’altra nave, la Sea-Watch 3, è stata bloccata a marzo dalla guardia costiera nel porto di Augusta, in Sicilia, ancora una volta adducendo problemi di sicurezza.

Nonostante la crisi sanitaria legata alla pandemia causata dal coronavirus, prosegue il movimento di immigrazione clandestina dai Paesi del Maghreb, in particolare Tunisia e Libia, verso l’Europa, in particolare verso l’Italia, dove i migranti sperano di trovare lavoro e prospettive.

Dall’inizio del 2015 circa 530.000 migranti hanno raggiunto le coste italiane, secondo l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (OIM), un’organizzazione intergovernativa con sede a Ginevra.

Tra il 1 gennaio e il 21 aprile 2021, 8.604 persone sono arrivate in Italia e 65 a Malta, mentre 359 sono morte durante il viaggio, secondo l’Oim.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.