la polizia arresta lo schermidore d’imbarco, un piatto apprezzato dalla mafia

La polizia italiana ha arrestato tre persone in Calabria, dove dilaga la ‘ndrangheta, dopo il ritrovamento di un nascondiglio di ghiri congelati, un piccolo roditore che è un piatto apprezzato dalle organizzazioni mafiose, scrive sabato il quotidiano La Repubblica.

La ‘ndrangheta serve il ghiro, una specie protetta, durante un banchetto di riconciliazione inteso a portare la pace tra le famiglie in guerra, secondo l’organizzazione per la conservazione della LIPU.

Caccia illegale

La polizia ha trovato diversi animali rinchiusi durante un raid antidroga a Delianuova, una cittadina sulle colline del sud Italia, oltre a più di 200 dormitori congelati confezionati per la vendita e il consumo, ha detto.

Il bracconaggio è una pratica comune nel massiccio dell’Aspromonte in Calabria, con i cacciatori che piazzano migliaia di trappole nella foresta e vendono pensioni catturate illegalmente a gangster e ristoranti, secondo la LIPU.

La ‘ndrangheta è un’organizzazione mafiosa calabrese che ha preso il controllo di Cosa Nostra, meglio conosciuta per essere la più potente d’Italia. Ha attività in tutto il mondo.

Guarda anche – A Madrid l’arresto di uno dei principali capi della mafia calabrese

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.