Il finanziamento di progetti infrastrutturali è il nuovo obiettivo della Grecia…

“Vediamo il nostro futuro come una leva finanziaria per i progetti infrastrutturali e gli ecosistemi che creano”, ha affermato Hadjipetrou, Presidente e CEO di HDB Athena, in un recente discorso su “Banca ellenica di sviluppo come garanzia del raggiungimento dei criteri ESG nei nuovi investimenti”.

Come ha spiegato, questa esigenza diventerà più acuta nei prossimi anni e aggiunge che le banche di sviluppo devono crescere e gestire meglio la natura moltiplicatrice e il loro modo redditizio di operare. Ha anche notato che questi finanziamenti hanno grandi vantaggi come spread di rischio, rendimenti più elevati e correlazione negativa con l’inflazione, ma allo stesso tempo incontrano difficoltà nella loro attuazione come complessità, necessità di prestazioni elevate, alta specializzazione, capitalizzazione significativa, difficoltà e per appianare il quadro istituzionale”, come sottolinea in particolare.

“Vogliamo accelerare il quadro del finanziamento dei progetti infrastrutturali, soprattutto in termini di ottenimento di finanziamenti da fonti private, con criteri di sostenibilità, per contribuire al finanziamento di progetti con importanti moltiplicatori sociali ed economici, per aiutare ad aumentare gli scambi, per contribuire all’assistenza tecnica. e supervisione di questi progetti, e soprattutto nel finanziamento di progetti a tutti i livelli di governo locale a livello nazionale e locale”, ha affermato.

Infine, ha aggiunto, ciò che interessa è il quadro operativo dei progetti infrastrutturali, con una governance efficace senza burocrazia, attraendo fonti di finanziamento complesse, stabilendo standard di capacità bancaria, con responsabilità a tutti i livelli e soprattutto con standard di miglioramento continuo.

Va tenuto presente che dallo scorso anno la Banca Ellenica di Sviluppo (HDB) ha avviato una collaborazione con il Fondo degli Ingegneri Civili (TMEDE), che ha dato vita a un nuovo strumento finanziario mirato con efficienza immediata e alta utilità. Viene fornita una garanzia sul capitale circolante fino a un importo di 200.000 euro e apre la strada a ulteriori agevolazioni per il finanziamento del settore della progettazione edile.

Circa 30.000 ingegneri e appaltatori TMEDE oltre a 5.500 aziende tecniche associate TMEDE, possono raccogliere nuovo capitale circolante per lo sviluppo dei loro piani aziendali e la collaborazione di HDB con TMED, messo a disposizione delle aziende del settore, con il metodo della leva finanziaria, prestito 8 volte di più rispetto al valore di budget iniziale che sarà di proprietà di TMEDE.

“Questo è il ruolo della Banca nazionale di sviluppo. La Banca ellenica di sviluppo – HDB, non solo assorbe le risorse della società e dello stato. Facendo leva sul capitale, ne moltiplica l’efficienza e la portata nell’economia greca. È importante sottolineare che la “Banca di sviluppo – HDB ellenica ha ora una struttura interna e personale specializzato, insieme a piani per lo sviluppo di nuovi prodotti in modo che non rimanga inutilizzato nemmeno un euro delle risorse statali o pubbliche disponibili”, come sottolinea la Sig.ra Hadjipetrou nel suo relativo articolo.

Fonte: AMPE

Xaviera Violante

"Premiato studioso di bacon. Organizzatore. Devoto fanatico dei social media. Appassionato di caffè hardcore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.