Dal giornalismo sportivo al vicecandidato italiano, scopri le proposte di Vito Di Palma

Famoso giornalista sportivo italiano, Vito di Palma, presentare la sua nomina un rappresentante per il Sud America, alle elezioni politiche italiane di poche settimane fa, e si è trovato di fronte alla domanda su cosa lo avesse spinto a candidarsi, quale fosse la sua proposta, Ha comunicato in Argentina Sì e in duplex con C6 Digital per ampliare la campagna elettorale che si terrà giovedì prossimo 22 per gli italiani all’estero e il 25 per i residenti nel Paese.

“Ci sono momenti nella vita che stiamo cercando qualcosa in più, ho sempre l’attenzione per continuare ad avere un progetto da sogno, questo è ciò che ti mantiene giovane e vitalemi hanno offerto questa opportunità e non è la politica tradizionale, questa è un’elezione che ha a che fare con i bisogni della gente”, ha detto il candidato alla vicepresidenza.

Il commentatore della formula Fratelli d’Italia identificato come parte di Kanan in Italia dove dividerà il roster con Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni

Ha affermato che la sua proposta è stata inquadrata per migliorare i rapporti tra consolati e ambasciate italiane, con l’obiettivo di facilitare la procedura per ottenere la cittadinanza, accelerare il processo, oltre a offrire corsi di lingua a diversi stranieri che desiderano radicalizzarsi nel Paese.; Allo stesso tempo cita una proposta che ha a che fare con gli anziani che in passato sono stati costretti a lasciare il proprio Paese e che fino ad ora non hanno potuto far ritorno o fargli visita, dando la possibilità al vecchio di ritornare . attraverso la solidarietà aziendale, e garantendo assistenza sanitaria gratuita in caso di malattia grave

Riguardo alla burocrazia per ottenere la cittadinanza, lo ha commentato “Il diritto ad acquisire questa cittadinanza va prorogato, ma è inutile, se il consolato ti dà appuntamento per 3 anni” Ha aggiunto che affinché questo diritto al potere sia esercitato correttamente, le istituzioni devono agire correttamente, applicare regolamenti e avviare procedure adeguate.

Lo ha spiegato la sua coalizione è la stessa che nel 2001 ha imposto la legge sul voto per gli italiani all’estero e che ha creato e dirige il Ministero degli Italiani all’Estero, che secondo le parole sono stati “caduti” ma in questo momento vogliono tornare lì.

Garantisco che: “Spero di fare buone scelte per poter rappresentare al meglio i diritti ei bisogni degli italiani all’estero e per poter realizzare possibili progetti.“.

È tornato alle materie linguistiche e ha enfatizzato l’insegnamento digitale e virtuale, promuovere la cultura italiana nel mondo e motivarne l’apprendimento.

Tuttavia, il giornalista ha brevemente commentato che era una figura famosa vuole che la gente lo voti per le sue proposte e le idee che ha progettato, e non per essere una personalità nel mondo dello sport.

“Ho una concezione del potere che è più legata al verbo, capace di aiutare, capace di realizzare, capace di sognare, capace di immaginare e trasformare; Non mi piacciono i nomi potenti, sono nomi distruttivi”, ha concluso

data delle elezioni

Per gli italiani, Le elezioni sono fissate per il 25 settembre, ma per i residenti all’estero giovedì 22.

I giornalisti hanno affermato che queste persone avrebbero ricevuto buste con due schede elettorali, uno verde per il Senato e un altro marrone per scegliere un deputato, ci saranno diversi simboli per scegliere un candidato, secondo Di Palma i simboli devono essere barrati.

In buste bianche, entrambe le schede sono conservate insieme al certificato elettorale e la busta viene avvicinata al consolato più vicino o tramite posta argentina all’ambasciata alle 16:00.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.