“Un nervoso Valacco ha una crisi di identità”

La scintillante sconfitta della Juventus a Monza è diventata l’argomento principale dei media italiani e Duan Vlahovi è diventato il centro dell’attenzione.


Fonte: B92

Foto: Profimedia

Fabijana Della Valle, analista di Gazete delo, ha gestito la pessima forma offensiva della Serbia all’inizio della nuova stagione.

Monza è al centro delle storie di Vlahovi, perché è contro questa squadra che inizia la vertiginosa ascesa dei marcatori nel calcio italiano.

È successo nel terzo turno di Coppa Italia, quando Vincenzo Montella ha dato una chance al 19enne Vlahovi negli ultimi 16 minuti di gioco.

La Serbia ha segnato due gol in serata da ricordare e dirigersi verso l’Olympus football.

Tuttavia, lo scorso fine settimana, Monza non è stato il crogiolo di Vlahovi, ma ha dimostrato in pieno che il serbo era lontano dal livello previsto.

“Vlahovi era un rapace in area di rigore, affamato e insaziabile, ora sembra un uccello spaventato e timido che non riesce più a trovare un modo per segnare”.
Torta Di Gazeta.

Foto: Profimedia

Foto: Profimedia

E il lato oscuro della storia sta nelle statistiche: un solo tiro in porta nell’intera partita con una quantità infinita di tempo in attesa dell’arrivo della palla.

Vlahovi ha perso la maggior parte dei 16 palloni “venduti” dalla Juventus, cosa che alla fine lo ha frustrato. Il suo veloce gol lungo ha reso l’attaccante serbo ancora più nervoso e questo si è fatto sentire in campo.

Non ha segnato per quattro partite consecutive, dopo di che ha aperto la stagione con quattro gol nelle prime cinque partite.

Nessuno però lo ha biasimato per la mancanza di gol, è normale un alto attacco, ma una mancanza di sforzo.

“Ha dimostrato che con le ultime due presenze (Benfica in L e Monza in Serie A, ndr) è molto al di sotto degli standard. Deak, che è stato acquistato otto mesi fa per 80 milioni di euro, sta attraversando una crisi di identità come tutti nel mondo. Juve. Ma nel suo caso è molto più chiaro perché ci si aspetta che risolva il problema”.
viene aggiunto nel testo del Foglio.

Foto: Profimedia

Foto: Profimedia

Vlahovi segna un gol ogni 531 minuti, che è troppo poco per un giocatore della sua reputazione. Ad esempio, Arkady Milik, che è stato inserito come sostituto, ha segnato un gol al 152′.

“Duan è un grande centravanti, non è un problema. Dobbiamo fare tutti meglio, non si tratta di individui”
Il tecnico della Juventus difende il suo attaccante Marco Landui.

La Juventus è in grande crisi, e Vlahovi è un gioco che dovrebbe “spingere” la squadra in tempi di crisi.

Aveva un disperato bisogno di un obiettivo per ritrovare fiducia e sorridere.

Seguici su naoj Facebook e Instagram pagina, Twitter Account e dedicarsi alla scienza Viber Pubblico.

Romana Giordano

"Scrittore estremo. Appassionato di Internet. Appassionato di tv freelance. Appassionato di cibo malvagio. Introverso. Pensatore hardcore. Futuro idolo degli adolescenti. Esperto di bacon."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.