L’OMS afferma che il trattamento dell’epatite acuta nei bambini è ‘molto urgente″ | mondo | DW

“Questo è molto urgente e diamo priorità assoluta a questo e a lavorare a stretto contatto con i Centri europei per la prevenzione e il controllo delle malattie nella gestione e nel coordinamento”, ha assicurato lunedì a Lisbona il direttore regionale dell’OMS per le emergenze, Gerald Rockenschaub. .

Lo specialista, che si trova in Portogallo per l’Universal Health and Preparedness Review (UHPR) – un programma per condividere risorse tra paesi per prepararsi a una risposta a un’emergenza sanitaria pubblica –, ha spiegato di aver avvertito diversi paesi di essere “più vigili questo.” in particolare”, dopo un aumento dei casi segnalati.

“Stiamo facendo tutto il possibile per identificare rapidamente ciò che sta causando questo e quindi intraprendere le azioni appropriate, sia a livello nazionale che internazionale”.

Casi in bambini e adolescenti

I primi dieci casi di epatite acuta sono stati segnalati dal Regno Unito all’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) il 5 aprile, in bambini di età inferiore ai dieci anni senza precedenti malattie, e da allora sono state rilevate infezioni in Spagna, Israele, Danimarca, Italia, Stati Uniti e Belgio, tra gli altri.

L’età delle persone colpite variava da un mese a 16 anni, nella maggior parte dei casi non avevano febbre e nessuno di loro ha rilevato virus associati alla malattia (epatite A, B, C, D ed E), secondo l’organizzazione sanitaria . .

In Portogallo, Paese che deve ancora rilevare casi, la Direzione Generale della Salute ha annunciato la creazione di un organismo di lavoro per monitorare la situazione.

jov (efe, chi, migration)

Casi di epatite acuta infantile nel mondo, fino al 29 aprile 2022

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.