L’Inter taglia l’imbattibilità del Napoli in Serie A e si avvicina alla vetta della classifica | Calcio | sport

I ‘nerazzurri’ hanno vinto 3-2 a San Siro e sono quattro punti dietro a napoletani e Milan, co-leader del campionato italiano.

EFE

L’Inter ha regalato loro la prima sconfitta stagionale a Napoli questa domenica, battendoli 3-2 in un vivace scontro a San Siro, che permesso di riaprire la Serie A e mettere quattro punti dietro il Napoli (32 punti) e Milano, co-leader.

I gol del turco Hakan Calhanoglu, del croato Ivan Perisic e dell’argentino Lautaro Martínez hanno portato l’Inter più vicino al vantaggio e abbattuto un Napoli che è andato vicino al rilancio ma ha sprecato due grandi occasioni da gol negli otto minuti di recupero.

Per la prima volta in questa stagione, L’Inter è riuscita a vincere nella prima partita dopo la sosta in Nazionale e ha tagliato tre punti di vantaggio su Napoli e Milan, che hanno perso anche l’imbattibilità, perdendo questo sabato in casa della Fiorentina (3-4).

E che il polacco Piotr Zielinski aveva portato il Napoli in vantaggio al 18′, ma il rigore è stato trasformato da Calhanoglue l’intestazione di Ivan Perisic sull’orlo del riposo, ha permesso all’Inter di ribaltare il punteggio.

Il Milan fa sicuramente paura sui calci piazzati. Perisic di testa in corner di Calhanoglu e il colombiano David Ospina para il pallone che taglia il traguardo.

La reazione del Napoli è stata complicata dagli infortuni del nigeriano Victor Osimhen, ritiratosi per una botta alla testa, e dell’Inter, in contropiede dell’argentino. Joaquin Correache copre più di 60 metri di campo, Fa il 3-1 grazie a Lautaro, con un ottimo cross basso.

Avrebbe potuto essere il colpo di grazia, ma un colpo magico del belga Dries Mertens, di destro da fuori area, ha dato al Napoli un’altra opzione e ha aperto un’appassionata partita finale.

Con l’Inter chiusa in difesa, Il Napoli è arrivato ad avere due scintillanti occasioni da golsenza poterlo utilizzare.

Il portiere sloveno Samir Handanovic ha parato il pareggio per il portoghese Mario Rui, il cui colpo di testa ha comunque colpito la traversa con una parata spettacolare.

E, al 98′, il centrocampista del Camerun Frank Zambo Anguissa ha dribblato tre dei suoi avversari sulla fascia sinistra e ha appeso un cross perfetto che Mertens ha finito alto, nonostante non lo avesse segnato, a pochi metri dalla porta. (D)

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.