La proprietà sequestrata appartiene all’ex pilota russo di F1 Mazepin

L’Italia ce l’ha immobili confiscati per un valore di circa 105 milioni di euro ($ 114,45 milioni) di proprietà di L’ex pilota russo di Formula 1 Nikita Dmitrievich Mazepin e suo padre al potere, Lo hanno detto a Reuters due fonti della polizia di lunedi.

L’operazione ha preso di mira una villa – nota come Rocky Ram – situata nel nord dell’isola di Sardegna. Fa parte di uno sforzo più ampio per punire i ricchi russi legati al presidente Vladimir Putin dopo l’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca il 24 febbraio.

Non ci sono stati commenti immediati dall’addetto alle pubbliche relazioni di Mazepin.

Mazepine – chi? licenziato a marzo dal team americano di F1 Haasè stato incluso nell’elenco delle sanzioni dell’UE insieme a suo padre, Dmitry, descritto dalla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea come membro della cerchia ristretta del presidente Vladimir Putin.

Nelle ultime settimane, La polizia italiana sequestra ville e yacht per un valore di oltre 900 milioni di euro a ricchi russi che include nell’elenco delle sanzioni dell’UE dopo il conflitto in Ucraina.

Il bene più prezioso sequestrato finora è il suo superyacht il miliardario Andrey Igorevich Melnichenkoper un valore di circa 530 milioni di euro, sequestrato nel porto nord di Trieste.

Fonte: skai.gr

Segui Skai.gr su Google News
ed essere il primo a conoscere tutte le novità

Girolamo Onio

"Creatore di problemi. Comunicatore. Impossibile digitare con i guantoni da boxe. Tipico sostenitore del caffè."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.