Dika è molto ottimista, abbiamo PIKSIJ, VLAHOVIĆ e MITRE, perché non sei sorpreso?!

La squadra nazionale di calcio della Serbia ha giocato una partita eroica sotto la guida dell’allenatore Dragan Stojkovic Piksi ha vinto un posto assoluto ai Mondiali in Qatar. L’ambizione “dell’aquila” di fare risultati migliori è innegabile, ma come ha affermato il direttore sportivo della nazionale Stefan Stojanovicdobbiamo aspettare il sorteggio di aprile e poi fare una strategia vincente.

foto: www.crvenazvezdafk.com

– Il posizionamento diretto nel WC significa molto per la Serbia! È una bella sensazione quando vieni in Qatar e lì vedi il nostro tricolore. Ci sono solo 13 bandiere nazionali sul palo, e tra queste c’è la nostra bandiera, la bandiera della Serbia. Sul piatto, sotto la nostra bandiera, c’è scritto che abbiamo vinto il piazzamento come ottavi, il che è un dato positivo, quando si sa che 32 selezioni si giocheranno al Mondiale. Mi sento davvero orgoglioso – una storia per il corriere Stevan Stojanovi, che ha soggiornato alcuni giorni in Qatar, per fornire albergo e campo alla nazionale durante i Mondiali.

I giocatori di calcio serbi hanno qualità, quindi è abbastanza logico aspettarsi buoni risultati ai Mondiali.

– Penso che anche lì dovremmo svolgere un ruolo importante. Perché creo ottimismo?! I nostri calciatori hanno qualità, l’elettorato di Dragan Stojkovic dà loro fiducia e ottimismo. Quindi sono sicuro che possiamo fare qualcosa lì.

Pixie, Dragan Stojkovic, Dragan Stojkovic Pixie
foto: Starsport©

La filosofia del calcio imposta dall’elettore Dragan Stojkovic è offensiva.

– Abbiamo tre migliori attaccanti. Vlahovi è il calciatore di cui si parlava, e di cui si parlerà perché è arrivato alla Juventus. Quanto a Mitrovic, non era affatto in contrasto. Ovunque giochi, le sue qualità dimostrano che non ha problemi. È un calciatore costruito. Ogni volta che entra Jovic, mostra di valere la pena. Non c’è continuità di partite tra club e nazionale, ma la nazionale non si può immaginare senza di lui.

Dusan Vlahovic
foto: Profimedia

Secondo il pubblico, la difesa è una parte piuttosto debole della squadra. Ma è davvero così.

– Dato che agli elettori di Stojkovic piace giocare in modo offensivo, la Serbia gioca in modo ultra-offensivo. Questo è il suo stile, è così che suona in Cina e in Giappone. Giocava costantemente con tre stopper in difesa e due outfielders che mantenevano la linea, più due trequartisti che tornavano sempre. Fortunatamente per noi, abbiamo giocatori per quel sistema. Ma abbiamo avuto la sfortuna che uno degli stopper fosse sempre ferito, eravamo sempre nei guai con tre persone. Pavlovi, Milenkovi e Veljkovic non sono in contrasto. Inoltre, Nastasic, Mitrovic e Spajic non sono più esperti. Abbiamo fondi per i giocatori, la domanda è chi è pronto e chi no. Forse la gente pensa che la qualità non sia così… Ma, considerando che ci siamo subito qualificati per il WC, direi che tutte queste persone hanno delle qualità e possono rispondere alle esigenze degli elettori.

Vanja Milinkovic-Savic
foto: Profimedia

Stojanovi è stato capitano delle Stelle Rosse al Bari nel 1991, ha alzato il suo primo trofeo di Coppa dei Campioni in quel momento, e ha difeso un rigore contro Amoros. Per quanto riguarda il portiere, la Serbia non deve preoccuparsi.

– Seguiamo rigorosamente tutti i nostri giocatori. Sono orgoglioso di aver riportato Vanja Milinkovi-Savić in nazionale. Era nelle giovanili, ma mai in A. Meritava un invito a difendere in Italia. Avevamo Rajkovic, Dmitrovi e Svilar, ma Vanja ha difeso bene. L’ho visto in cinque partite, gli elettori lo hanno guardato. E lui mi ha detto – sai, dobbiamo dargli una possibilità. Lo abbiamo invitato, ha difeso bene contro il Qatar e ha dimostrato di essere un portiere della nazionale. Per quanto riguarda le guardie di rete, abbiamo qualcosa di più esperto Rajkovic, Dmitrovi e Vanja, poi uno Svilar più giovane, Ilić, e presto ci saranno delle sorprese.

Alexander Mitrovic
foto: FSS

La Serbia ha una buona prospettiva in termini di futuro della nazionale.

– L’età media della nostra nazionale è 25,5! Ciò significa che non dobbiamo preoccuparci dei prossimi cinque anni. La squadra può sempre essere dotata di una forza giovane, ma abbiamo la spina dorsale per le prossime due grandi competizioni. Abbiamo dato occasioni a Racic, Ilic e persino Vlahovic. L’allenatore Stojkovic ha obiettivi chiari, crede che le persone che hanno qualità giochino. L’età non gioca un ruolo importante in lui. Vlahovi è la prova vivente di quella filosofia di coaching. Ci sono 35 giocatori al centro della selezione e abbiamo sempre un sostituto per chiunque sia infortunato.

Almeno per ora, i calciatori della Super League non sono stati al centro dell’elettorato di Stojkovic.

– La maggior parte dei giocatori che indossano la maglia della nazionale giocano all’aperto. Ecco, diamo un’occhiata alla lista ora e dimmi dove puoi far uscire i giocatori e mettere qualcuno fuori dal campionato nazionale. Non c’è tempo per la sperimentazione. All’epoca avevi qualificazioni importanti, ma anche adesso che ci aspettano Nations League e Mondiali non c’è spazio per allestire partite e controllare i giocatori di casa. Ma avevamo l’idea di fare qualcosa con paesi esteri al di fuori dei termini della FIFA e controllare i giocatori della Super League. Questo è quello che pensava. Ma poi, allora…

Dusan Tadic
foto: Starsport

Le date sono il problema più grande per la nazionale, soprattutto in vista dell’inizio dei Mondiali in Qatar.

– Abbiamo quattro partite fino al 12 giugno, due a settembre. Quindi tutti i giocatori hanno degli obblighi nei rispettivi club. Secondo la scadenza FIFA, tutto finisce il 14 novembre e il WC inizia il 21 novembre. Non c’era quasi tempo per i preparativi, perché secondo le regole della FIFA, dovevamo essere in hotel in Qatar cinque giorni prima dell’inizio dei Mondiali. Quando ci riuniamo a Pazova, domani facciamo un viaggio. Non importa, perché affronteremo una squadra attraverso la Nations League. I giocatori saranno pronti, perché sono del campionato. Hanno bisogno di riposare, rinfrescarsi e prepararsi per la partita. Considerando che stiamo insieme da un anno, che ci conosciamo, penso che ci farà bene, che non ci sia intervallo di un mese. Questa è la mia opinione.

Dragan Stojkovic
foto: FSS

Stevan Stojanovi rivela una virtù dell’elettore Dragan Stojkovic che pochi in Serbia conoscono:

– Dato che conosco l’allenatore Stojkovic da decenni, so cosa vuole e cosa vuole quando si tratta di ospitare la nazionale. È molto facile lavorare con lui. In poche parole, qualunque cosa facciamo, dice, non importa, fantastico. Non richiede condizioni speciali, desideri. Ecco un esempio che lo illustra. Quando abbiamo suonato in Qatar a Debrecen, gli organizzatori di viaggi erano scettici sull’hotel a quattro stelle. Hanno chiesto come avrebbe reagito Pixie. (ride) Ho detto, che problema avete ragazzi! Ma ho chiesto a Pixie. Gli ho detto che abbiamo un solo hotel a Debrecen vicino allo stadio, ma con quattro stelle. E lui mi dirà: qual è la differenza! Non preoccuparti. Ed entriamo in hotel, ho visto quelle persone organizzarsi, erano arrabbiate, quindi ho chiesto agli elettori, cosa ne pensate dell’hotel. E lui – fantastico, ho guardato le stanze, tutto è come dovrebbe essere. Non ha tale desiderio… Per lui è importante che il terreno sia buono – spiegò Stojanovi.

Courier Sport / Aleksandar Radonić


Corriere

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.