Deposito rimborsabile: Scadenza venerdì per documenti giustificativi, altrimenti doppio | Notizie sull’Economia

Tra 4 giorni, quello è il giorno successivo Venerdì 23 settembrelui sospiro ` scadenze per la presentazione documenti a sostegno da un’azienda che lo ha ricevuto Anticipo rimborsabile.

Coloro che presentano documenti giustificativi entro il termine otterrà un ulteriore sconto del 15%. nel caso in cui restituiscano l’importo loro attribuito in un’unica soluzione. Chi non lo fa deve restituire l’importo totale ricevuto dai 7 cicli del programma. Per loro, l’importo dell’assistenza pubblica apparirà come un debito sul loro conto sul portale digitale myAADE, perché si ritiene che non soddisfi una delle condizioni per la concessione di prestiti governativi. Presentazione da documenti a sostegno avviene tramite la piattaforma myBusinessSupport di AADE.

Allo stesso tempo, per chi sceglie di ripagare i propri debiti con dose “run time” per il rimborso dell’importo residuo risultante dai conteggi effettuati dopo l’incasso dell’anticipo rimborsabile. Dei 605.530 beneficiari che scelgono di rateizzare l’importo, devono rimborsare il debito fino a 96 volte le stesse rate mensili senza interessi.

Questo lo dimostra quasi un beneficiario su tre sceglie di saldare il debito in una volta, ottenendo così un ulteriore “taglio di capelli” del 15%. Tuttavia, la maggior parte delle aziende che optano per un pagamento una tantum del proprio debito saldano un piccolo importo, che varia da 100 a 500 euro.

Sono in corso crossover anche presso le aziende che accettano Anticipo rimborsabileperò gli audit evidenziano violazioni di clausole di lavoro obbligatorie o forniscono dati falsi sul proprio fatturato. Coloro che vengono ritrovati dopo un nuovo ciclo di traversate non soddisfano i criteri, rischiano pesanti multe e addirittura il rimborso dell’importo prelevato, con gli interessi, dalla data di pagamento dell’assistenza.

AADE ha inviato al meccanismo di controllo Istruzioni su come trattare le imprese e i professionisti non conformi (arresto del personale) e cosa dovrebbero fare se scoprono che è stato superato il massimale di sgravio o sono state fornite informazioni false.

Secondo le istruzioni:

a) Diventa immediatamente perseguibile assistenza totale fornita nel caso in cui l’azienda non sia beneficiaria o non rispetti quanto previsto dalla decisione di trattenere il personale.

b) Eccedenza dell’assistenza nel caso in cui l’impresa beneficiaria sia inferiore all’importo erogato restituito con interessi dalla data di concessione del contributo, con il tasso di recupero della Commissione Europea. Quanto sopra vale anche per la restituzione di tutta l’assistenza fornita, nel caso in cui non vengano presentati i documenti richiesti documento.

Nel caso in cui sia stata avanzata una richiesta per l’importo rimborsabile e l’identità del debito in questione e l’ispezione dimostrerà che:

Società non beneficiarie: Quindi l’importo rimborsabile confermato viene cancellato e contestualmente viene emesso un nuovo certificato di fatturazione per la restituzione immediata di tutta l’assistenza con interessi, quale importo indebitamente pagato.

Le aziende sono destinatarie di un numero minore di aiuti: L’importo dei pagamenti impropri ricevuti dal beneficiario è calcolato da AADE. Le eccedenze eventualmente pagate a fronte dei diritti di incasso originari non vengono restituite, ma vengono accreditate sul debito derivante dal titolo del nuovo incasso.

Per il caso di cui sopra il business perde il 15% di sconto in un unico pagamento.

Leggi di più

Teodose di Michalopoulos: 30 “candele” di Microsoft e l’inizio della costruzione del Data Center

Athanasiou (Lamda): “Stiamo andando avanti nei tempi previsti per Helliniko”

Ministero delle Finanze: i nuovi sussidi per l’elettricità di ottobre sono un mal di testa

Xaviera Violante

"Premiato studioso di bacon. Organizzatore. Devoto fanatico dei social media. Appassionato di caffè hardcore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.