Matteo Berrettini in finale di Wimbledon : Grande settimana sportiva per l’Italia a Londra – Sport

Matteo Berrettini ha aperto un’indimenticabile domenica sportiva italiana a Londra a Wimbledon. Prima che i calciatori cerchino di diventare campioni d’Europa contro l’Inghilterra a Wembley, Berrettini può suggellare il primo titolo italiano in una classica sull’erba (15, in diretta su Sky).

Il 25enne è arrivato alla finale di venerdì vincendo in quattro set contro il polacco Hubert Hurkacz – non c’è mai stata una finale con la partecipazione dell’Italia sia femminile che maschile a questo torneo del Grande Slam. A 6:3, 6:0, 6:7 (3:7), 6:4, Berrettini ha impiegato due ore e mezza per raggiungere la sua prima finale in un torneo del Grande Slam.

Diversi tifosi hanno poi cantato scherzosamente “Football’s coming home”, il famoso inno calcistico, e pochi istanti dopo ci sono state le congratulazioni su Twitter del tecnico della nazionale Roberto Mancini, che ha scritto: “Domenica tutti con il cuore a Wimbledon e Wembley”.

L’avversario di Berrettini in finale è il favorito del torneo Novak Djokovic. La Serbia ha vinto 7:6 (7:3), 7:5, 7:5 contro Denis Shapovalov del Canada. Djokovic sta ora puntando al suo 20esimo titolo del Grande Slam. Con ciò batterà i record di Roger Federer e Rafael Nadal. Inoltre, il 34enne vuole vincere tutti e tre i quattro tornei più importanti dell’anno.

“Non ho parole, ho bisogno di qualche ora per elaborare questo”, ha detto un sorridente Berrettini poche ore prima nel pomeriggio. “Ho giocato una grande partita. Non me lo sarei mai sognato perché era troppo. Questo è stato il miglior giorno di tennis della mia vita finora”.

[Wenn Sie aktuelle Nachrichten aus Berlin, Deutschland und der Welt live auf Ihr Handy haben wollen, empfehlen wir Ihnen unsere App, die Sie hier für Apple- und Android-Geräte herunterladen können]

Nel frattempo, il 24enne Hurkacz non è riuscito a diventare il primo giocatore polacco a raggiungere la finale maschile, avendo messo fine alle speranze dell’otto volte campione Roger Federer.

Una folla di 15.000 persone su un campo gremito centrale ha assistito alla prima semifinale unilaterale venerdì. In un duello tra due giocatori lungo 1,96 metri, Hurkacz non è riuscito a sfruttare la sua brillante prestazione contro Federer.

Numero 18 al mondo. ha commesso troppi errori e non ha sfruttato le poche opportunità. In meno di un’ora Berrettini, giocando quasi in modo impeccabile, era in vantaggio di 2-0. Successivamente, Hurkacz ha guadagnato slancio ed ha evitato il fast end con un forte tiebreak. Tuttavia, ha perso il servizio subito dopo e il forte servizio di Berrettini ha portato questo vantaggio al traguardo. (Dpa)

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.