Tragico incidente della cabinovia in Italia: rottura cinghie e rottura dei freni

“Penso che ci siano stati due problemi: la corda si è rotta e il freno di emergenza si è guastato”, ha detto Gasparini. Secondo lui, l’avaria del freno ha causato un’accelerazione significativa della cabina, non aggrappandosi alle funi rimanenti della struttura e cadendo a terra ad alta velocità, il che ha solo intensificato la distruzione della collisione. Dall’altro lato della funivia, invece, il freno di sicurezza va bene e funziona bene.

Il funzionamento della funivia viene controllato regolarmente. Lo ha confermato alla stampa italiana la Leitner, che ha effettuato il sopralluogo. Secondo lui, la corda è stata controllata l’ultima volta alla fine dello scorso anno.

Funivia dello stesso produttore per Sněžka

L’azienda altoatesina è uno dei principali produttori europei di tecnologia a fune e la sua dotazione comprende anche molte funivie nella Repubblica Ceca, come la ferrovia Pec pod Sněžkou – Růžová hora – Sněžka.

Video scaricato perché la licenza è scaduta

NESSUN COMMENTO: Squadre di soccorso sul luogo dell’incidente in Italia

Video: Reuters

A seguito della revoca di diverse misure antiepidemiche nel Paese, lo scorso fine settimana la funivia italiana è entrata in funzione con i passeggeri.

Il luogo del disastro, il paese di Stresa, si trova sulle sponde del Lago Maggiore in Piemonte. Dal paese si prende la funivia per la cima del Mottarone, dove si trova un piccolo parco divertimenti per bambini. La collina è meta ambita di gite grazie al paesaggio circostante. La capanna è caduta in una zona boscosa e difficile da raggiungere, che inizialmente ha reso più difficili i soccorsi.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.