Le scarpe basse stanno raggiungendo l’alta moda e la pandemia le sta spingendo a rimanere fermi per il massimo comfort

I tacchi hanno governato i nostri piedi dagli anni ’50. Sono responsabili delle mosse indimenticabili nel viaggio di Marilyn, del promettente futuro di Cenerentola e delle altezze di diversi politici.

Queste scarpe stanno diventando più alte e più lisce, sfidando la salute e l’eleganza. Adesso moda parigina ha spiegato che le cose stanno cambiando e che, in passerella, i tacchi sono stati sostituiti da quelli bassi. Sandali e ballerine dicono addio ai 14 centimetri di tacco che indossiamo nelle altre stagioni.

Alcuni anni fa, i tacchi erano tendenza eterna. Tuttavia, la pandemia ha cambiato la nostra percezione di calzature e comfort e preferiamo altri tipi di calzature.

Evoluzione nell’uso dei tacchi

La tabella ha iniziato a cambiare nel 2010. Quando è diventata più comune per modello autunnale in passerella Vogue Italia ha dedicato un ironico editoriale di moda in cui la modella Karlie Kloss ha simulato cadute multiple in passerella.

A partire dal 2012, ballerine e sandali hanno iniziato a scendere in strada, eliminando così tanto disagio al tallone benessere e salute ci hanno portato via. Ma a gennaio 2014 accadde l’impensabile: Dior e Chanel presentarono le sneakers a settimana dell’alta moda. Infatti, nel 2016, le sneakers hanno venduto per la prima volta più dei tacchi.

I tempi stanno cambiando e ora diamo la priorità alla salute.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.