Le esibizioni congiunte di ballerini russi e ucraini causano aspri conflitti in Italia

In uno dei teatri più antichi d’Europa si è esibita l’eminente ballerina russa Olga Smirnova, che si è ritirata poche settimane fa dalla compagnia del Teatro Bolshoi di Mosca e ora lavora nel balletto olandese. Considera l’aspetto del Napoli come un’espressione di sostegno all’Ucraina. “Penso che sia importante in questa situazione e in questo momento essere insieme sul palco”, ha detto l’artista russo, che rifiuta apertamente la guerra contro l’Ucraina.

La ballerina ucraina Anastasija Hurskajová vede lo spettacolo allo stesso modo. “Sono molto felice di essere qui e di poter aiutare ed esprimere sostegno per il mio paese”, ha detto l’artista della compagnia di balletto di Kiev.

La Merkel sostiene la decisione di non ammettere l’Ucraina nella NATO

Europa

Tuttavia, il Console Generale dell’Ucraina a Napoli, Maksym Kovalenko, ha espresso una forte reazione alla performance. “Durante la guerra, non siamo stati in grado di sviluppare la cooperazione tra Ucraina e Russia”, ha affermato il diplomatico, secondo il quale le missioni diplomatiche ucraine in altre città europee condividevano l’opinione. Ha descritto lo spettacolo come un modo “per dimenticare gli orrori della guerra”.

I giornalisti pubblicano i dettagli di contatto dei soldati russi che hanno inviato bottino dall’Ucraina alla Bielorussia

Europa

Secondo il quotidiano Corriere della Sera, anche una parte della comunità locale ucraina, che ha organizzato la manifestazione davanti al teatro, ha assunto un atteggiamento negativo. Gli artisti ucraini partecipanti sono stati quindi minacciati di non partecipare quella notte.

Ma dietro la sua esibizione c’era la direzione del teatro. “Siamo dalla parte del popolo ucraino e questa è un’iniziativa umanitaria”, ha affermato il direttore Stéphane Lissner, che ha affermato che il ricavato della serata sarà utilizzato per sostenere le vittime della guerra. Ma dopo le critiche, il teatro ha fatto un cambiamento. Hanno cambiato il nome della notte da “balletto per la pace” a “siamo dalla parte dell’Ucraina”.

Marinella Castiglione

"Tipico risolutore di problemi. Incline ad attacchi di apatia. Amante della musica pluripremiato. Nerd dell'alcol. Appassionato di zombi."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.