Zeman non va da nessuna parte. Ma l’esercito deciderà ancora una volta come farlo salire sull’aereo

Puoi anche riprodurre l’articolo in versione audio.

Dopo diversi mesi di ricerche, il Ministero della Difesa non ha ancora trovato un appaltatore che fornirà al presidente Miloš Zeman una piattaforma elevatrice per salire a bordo dell’aereo. La procedura di selezione è stata svolta tre volte e, secondo il ministero della Difesa, una quarta sarà annunciata questa settimana.

“Questa settimana sarà annunciata una nuova gara con specifiche modificate”, ha detto Jiří Caletka dell’ufficio stampa del ministero quando gli è stato chiesto. Non è stato subito chiaro quali fossero le condizioni per la quarta gara, o se il ministero avrebbe ancora bisogno del cosiddetto ambulift, un dispositivo che solleva gli utenti in sedia a rotelle sugli aerei.

Una nuova gara con specifiche riviste sarà annunciata questa settimana.

Jiří Caletka, Dipartimento stampa del Ministero della Difesa

1. 2. 2022

Da diversi mesi, ad eccezione di una visita al Castello di Praga, il presidente Zeman non ha lasciato il palazzo di Lány, dove è assistito ventiquattro ore al giorno da infermiere. Il cosiddetto ambulift è ricercato dall’esercito, anche se il presidente probabilmente non andrà da nessuna parte presto e si recò a malapena all’estero anche prima che le sue condizioni di salute peggiorassero drasticamente lo scorso autunno.

L’elenco del rapporto chiedeva al portavoce del presidente Jiří Ovčáček se quest’anno il presidente intende volare all’estero. Tuttavia, l’oratore non ha risposto alle domande a lungo termine. Il capo della commissione medica di Zeman, Tomáš Zima, al momento non ha informazioni su possibili viaggi all’estero. “Chiedi in rianimazione, non lo so”, ha scritto Zima in un SMS. (KPR – Presidenza della Repubblica, ndr)

Già lo scorso dicembre, il Castello di Praga ha annunciato che quest’anno il presidente Miloš Zeman avrebbe negoziato con statisti stranieri, soprattutto durante la loro visita ufficiale nella Repubblica Ceca. Il motivo, il consiglio del medico di non volare con una rotta più lunga.

Alla fine dello scorso anno, un portavoce del presidente Ovčáček ha detto a TK che il Castello di Praga voleva tenere negoziati che sono stati rinviati quest’anno a causa della pandemia, in particolare con rappresentanti di Moldova, Bulgaria, Israele, Egitto, Italia, Serbia e Svizzera. “Il loro tempismo dipende principalmente dalla situazione epidemiologica”, ha detto. “A causa delle restrizioni sanitarie del Presidente che i medici non consigliavano di volare soprattutto su rotte più lunghe, abbiamo ipotizzato che si sarebbe trattato di una riunione di una visita ufficiale nella Repubblica Ceca. La loro forma specifica era e continuerà ad essere oggetto di negoziati diplomatici, ” ha detto il portavoce in quel momento. .

L’ultimo volo è per Brno

L’anno scorso, Zeman è stato solo nella prima metà dell’anno a Vienna e Bruxelles. A settembre ha volato con un aereo dell’esercito CASA da Praga a Brno per iniziare l’anno scolastico. Successivamente, è stato ricoverato a lungo in ospedale presso l’Ospedale Militare Centrale e, dopo essere stato dimesso dalle cure ospedaliere, ha vissuto esclusivamente nel palazzo di Lány.

Anche così, il TNI ha annunciato tre volte la gara per i dispositivi che sollevano gli utenti su sedia a rotelle sugli aerei. Nessuno ha presentato domanda per le prime due prove, solo un candidato ha mostrato interesse per la terza procedura di selezione. Ma non soddisfa i requisiti.

Foto: Aeroporto Vaclav Havel

Il ministero della Difesa ha richiesto un dispositivo simile, utilizzato, ad esempio, dall’aeroporto Václav Havel per il trasporto di persone su sedia a rotelle.

“L’offerta inviata dall’unica società che ha presentato la gara non soddisfa i requisiti della base aerea 24 di Praga-Kbely. Pertanto, il contratto con la compagnia non è stato completato”, ha affermato Marek Vala dell’ufficio stampa del ministero al momento della quotazione il rapporto di dicembre.

Nel contratto precedentemente annunciato, si prevede di fornire da 10 a 20 voli entro la metà del 2023. Il Ministero della Difesa pagherà 2,4 milioni di corone per questo. Il vincitore del concorso è quello di consegnare l’ambulanza all’aeroporto di Kbely, compreso il servizio, nel momento in cui il presidente sta per decollare o arrivare.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.