Violenza sessuale in un incontro a Milano su Capodanno: due arresti

La polizia italiana mercoledì (12 gennaio) ha arrestato due giovani sospettati di essere coinvolti in violenze sessuali in un raduno di giovani donne durante i festeggiamenti di Capodanno nella piazza principale di Milano, la capitale economica del Paese.

GUARDA ANCHE – Stupro e aggressione sessuale: Yannick Jadot promette “zero impunità” per “uomini che si sentono potenti”

Nove donne hanno raccontato di essere state aggredite da un gruppo di giovani uomini durante i festeggiamenti di Capodanno nella famosa Piazza del Duomo, proprio nel centro del capoluogo lombardo. La polizia ha annunciato martedì di aver identificato una ventina di giovani, tra cui tre minori, sospettati di aver partecipato a questo attacco, che ha fatto notizia nei media della penisola nei giorni scorsi.

Secondo un comunicato del ministero dell’Interno, nelle abitazioni dei due arrestati a Milano e Torino (Piemonte, nord-ovest) sono stati rinvenuti apparecchiature informatiche e indumenti relativi a questo attentato. Uno è accusato di aver aggredito sessualmente due giovani donne e di aver rubato qualcosa a una terza, mentre l’altro è accusato di aver aggredito sessualmente quattro giovani donne e di aver rubato qualcosa a una quinta donna.

“Ho 15 mani su di me”

Tra le nove vittime che hanno denunciato ci sono due turisti tedeschi di 20 anni, secondo l’agenzia di stampa italiana ANSA. “Abbiamo provato a spingerli, il mio amico li ha colpiti e schiaffeggiati ma loro hanno riso e hanno continuato ad attaccarci. Ho 15 mani su di me“, ha testimoniato all’ANSA una delle vittime. Uno dei video diffusi dai media locali mostra un gruppo di uomini che circonda due giovani donne che si ritrovano incastrate in una barriera allestita dalla polizia. Sono stati visti mentre cercavano di respingere il loro aggressore e di allontanarsi dalla folla prima di correre verso la polizia in tenuta antisommossa di stanza ai margini della piazza.

Questo nuovo episodio di violenza sulle donne ha acceso il dibattito sulla questione in Italia, dove i media fanno eco a uno o due omicidi di donne quasi ogni settimana, il più delle volte vittime dei loro partner o ex.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.