Video | Uccidere un venditore ambulante che chiede l’elemosina

Un venditore ambulante nigeriano muore in pieno giorno città Civitanova Marchein Italiada un uomo che l’ha strangolata perché chiede l’elemosina “ostinatamente” e si comporterà in modo inappropriato con la sua ragazza.

L’incidente è avvenuto a Jalan Humberto I, nel centro del distretto. Tutto è stato registrato da qualcuno che ha filmato l’intera sequenza ma non ha interceduto per aiutare le vittime. Questo caso sconvolse l’opinione pubblica italiana per l’indifferenza delle persone che passavano di lì.

Terribile scoperta a Wilde: accusato di aver ucciso suo nonno e di averlo nascosto sotto un cumulo di ciottoli

Vittima identificata come Alika Ogorchukwuun venditore ambulante di 39 anni che sta vendendo merci su una strada pubblica mentre guidato dalle stampelle. Ad un certo punto si avvicinò al suo aggressore, di nome Filippo Claudio Ferlazzo32, che ha rifiutato di acquistare uno qualsiasi dei suoi prodotti e ha reagito con forza perché, presumibilmente, il venditore lo aveva realizzato commenti per la sua ragazza.

Poi è scoppiata una rissa che si è conclusa con i due uomini che litigavano a terra. L’italiano ha inferto qualche colpo a Ogorchukwu con le sue stesse stampelle e poi le è saltato addosso e l’ha strangolata con la mano. Il nigeriano morì quattro minuti dopo per soffocamento, mentre urlando e cercando di chiedere aiuto.

immagine sensibile

L’aggressore è stato infine arrestato.. Nella sua dichiarazione alla polizia, ammette di avere problemi mentaliin particolare per “gestire la rabbia”, e disse di aver aggredito il venditore perché “continua a chiedere l’elemosina“E perché aveva afferrato il braccio della sua ragazza.

Ferlazzo fu accusato di “omicidio” e “rapina”, perché dopo aver ucciso Ogorchukwu ha preso il cellulare dai suoi vestiti e lo ha portato con sé.

Ogorchukwu È sposato e ha un figlio di 8 anni. È un commesso viaggiatore fazzoletti e piccoli oggetticome pettini e penne, ea volte chiede soldi, come vorrebbe fare – date le circostanze indagate – con la sua fidanzata assassina, sostengono fonti ufficiali.

Le scuse di Filippo Ferlazzo non sono bastate. Ora abbiamo solo bisogno di giustizia, non di vendetta. Difficile capire cosa sia successo”, ha detto l’avvocato della famiglia della vittima, Francesco Mantella, dialogando con la stampa. Ha anche messo in dubbio il fatto che se il soggetto aveva problemi mentali, perché non era controllato, perché, a quanto pare, ha un tutore nominato che è sua madre.

La reazione di rifiuto della morte del venditore

Delitti a Civitanova Marche sono stati grande impatto a livello nazionale e portare a diversi leader di archi e istituzioni politiche parlerà di fatti. Una delle questioni che è diventata al centro dell’attenzione è la discriminazione vissuta dagli immigrati africani in Europa in generale.

“L’omicidio di Alika Ogorchukwu è scioccante. Una ferocia inaudita. indifferenza diffusa. Non c’è giustificazione e il silenzio non basta. L’ultima rabbia contro Alika è voltare pagina e dimenticarsi di lei”, ha detto Enrico Letta, leader del Pd di sinistra.L’indifferenza è grave e ingiustificata quanto la violenza”, ha detto all’unisono il ministro della Salute Roberto Spernaza.

Intanto il leader della destra Matteo Salvini scrivi Twitter: “Non puoi morire così. Preghiere per Alika e abbracci per la sua famiglia. Per l’assassino, certa frase fino alla finel. Una città nel caos, violenza giorno e notte, non ce la facciamo più: la sicurezza non ha colore, la sicurezza deve tornare ad essere un diritto”.

D’altra parte, l’associazione di Sant’Egidio, che si occupa di accoglienza e protezione dei profughi in Italia, si rammarica dell’uccisione e considera: «Si tratta di un episodio avvenuto in una strada solitamente gremita di gente, nel cuore di la città. città. Alcuni lo hanno persino registrato, alcuni hanno urlato all’aggressore, ma nessuno è intervenuto”.rimproverano.

In una dichiarazione, il gruppo Green Europe ha inquadrato gli eventi in un attacco di odio il razzismo: “Quello che è successo, compreso l’episodio di indifferenza da parte dei presenti, lo dimostra il razzismo continua ad essere un fenomeno da combattere in questo Paese, anche dal punto di vista culturale”.

FP/pl

Potrebbe piacerti anche

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.