Usa in stato di emergenza: i suoi 7.100 casi di vaiolo delle scimmie potrebbero essere solo la punta dell’iceberg

Stati Uniti d’America dichiaralo vaiolo delle scimmie è “emergenza sanitaria pubblica” e prepararsi a stanziare fondi pubblici, raccogliere dati e mobilitare più personale nella lotta contro la malattia. Casi oltre 7100, ma gli esperti ritengono che questa cifra sia solo la punta dell’iceberg: questo perché, in alcuni casi, i sintomi sono pochi e lievi, come delle semplici lesioni.

“Siamo pronti a fare un ulteriore passo avanti per affrontare questo virus e invitiamo tutti gli americani a prendere sul serio il vaiolo delle scimmie e ad assumerci la responsabilità di aiutarci ad affrontare questo virus”, ha affermato il Segretario della Salute e dei servizi umani, Saverio Becerra.

La scorsa settimana, il paese aveva segnalato 4.600 casinumeri ben al di sotto di questa settimana.

L’OMS dichiara massima allerta per il vaiolo delle scimmie: 15 cose che sappiamo sull’epidemia

Lo stato di emergenza durerà 90 giorni, anche se prorogabile. Finora, il governo ha spedito circa 600.000 dosi del vaccino commercializzato come Jynneos (noto come Imvanex in Europa) ed è stato originariamente sviluppato per combattere il vaiolo.

Ma è un numero basso considerando questo circa 1,6 milioni di persone sono considerate ad alto rischio nel Paese.

Gli Stati Uniti sono in uno stato di emergenza vaiolo delle scimmie.

Casi in crescita nel mondo

Secondo i dati di Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) Stati Uniti, nel mondo ci sono stati 26.864 casi.

Tra i paesi con il maggior numero di casi ci sono Spagna con 4.577, Germania con 2.839 e Francia, che ha aggiunto 2.239. Il Regno Unito ha ora 2.759 casi. In Italia ne sono stati denunciati 505.

Argentina segnalato finora 31 casimentre nella regione, il Brasile è il Paese con il maggior numero di casi (1.474), seguito dal Perù con 340 e dal Cile con 69. L’Uruguay ha segnalato 2 casi.

Monkeypox: come si trasmette la malattia

I medici sottolineano che sebbene il vaiolo delle scimmie non sia classificato come una malattia a trasmissione sessuale, può essere trasmesso attraverso il contatto sessuale, con gli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini di gran lunga i più colpiti.

Il CDC statunitense avverte anche che può essere diffuso dormendo nello stesso letto, condividendo i vestiti e attraverso un contatto prolungato faccia a faccia.

Circa il 99% dei casi negli Stati Uniti si verifica in uomini che hanno rapporti sessuali con uomini, ha riferito la scorsa settimana il Dipartimento della Salute.

Come e chi produce Imvanex, l’unico vaccino contro il vaiolo delle scimmie

Per alcuni, la situazione evoca inquietanti parallelismi con gli anni ’80, quando l’HIV/AIDS era visto come una “epidemia gay” e gli ospedali e le pompe funebri rifiutavano pazienti e vittime, mentre i funzionari della Casa Bianca facevano battute omofobe o ignoravano il virus.

Lo scorso mese Organizzazione mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato anche a vaiolo da arco un’emergenza di salute pubblica, qualcosa che salva per le malattie più preoccupanti.

I sintomi del vaiolo delle scimmie

Primo I sintomi includono febbre, mal di testa e dolore muscolare alla schiena.

Poi compaiono eruzioni cutanee, lesioni, pustole ed eventualmente croste, I sintomi possono durare tra 14 e 21 giorni.

INVECCHIATO

Potrebbe piacerti anche

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.