TUDJMAN SERBI CROASIA ATTACCA! Linta sulla scandalosa dichiarazione del deputato Grmoja su Vučić

La menzogna e l’invenzione di Nikola Grmoja secondo cui Aleksandar Vučić, come dice lui, “nella Glina occupata incita alla ribellione e all’aggressione contro la Croazia e chiede i confini della Grande Serbia” è una bugia spudorata.

I serbi di Krajina organizzarono una rivolta nel 1991, non a causa della creazione della Grande Serbia, ma per paura che il 1941 potesse accadere di nuovo. La principale stronzata è l’affermazione di Grmoja secondo cui i serbi occuparono Glina e compirono l’aggressione. I serbi vivono da secoli a Glina e nella regione della Krajina e non possono occupare e compiere aggressioni nelle loro case, cortili, campi, prati e foreste. Il croato Tudjman ha compiuto un’aggressione contro la Jugoslavia e contro la Serbia nelle città croate e nella regione della Krajina. Ecco perché la cosiddetta Guerra della Patria è essenzialmente una guerra di aggressione e conquista, perché l’obiettivo del regime pro-Ustascia di Franjo Tudjman era quello di creare uno stato croato etnicamente puro senza o con il minor numero possibile di serbi.

Linta ha affermato che Nikola Grmoja e altri politici croati erano molto nervosi a causa del fatto che l’ufficio del procuratore serbo ha presentato la prima accusa per crimini di guerra in “Storm”. È giunto il momento che la nostra Procura per i crimini di guerra inizi finalmente a sollevare accuse per crimini di massa e crudeli contro civili serbi e prigionieri di guerra nell’operazione criminale “Hurricane”, ma anche in molti altri luoghi dell’ex Jugoslavia. Il motivo principale è il fatto che i tribunali di Zagabria, Sarajevo e Pristina sono etnicamente motivati ​​e non si occupano principalmente di perseguire i crimini contro la Serbia, ma hanno il dovere di svolgere procedimenti giudiziari contro i veterani serbi che hanno combattuto con onore e coraggio per il loro popolo e paese.

Linta ha ricordato che Nikola Grmoja è uno dei tanti politici croati che hanno un atteggiamento positivo nei confronti dell’osservazione “Pronti a tornare a casa” di Ustascia e che crede che i veterani croati abbiano il diritto di usarla durante le commemorazioni e le celebrazioni dell’anniversario degli atti criminali del croato polizia militare . Ciò mostra chiaramente che la società croata non deve affrontare un passato criminale e genocida e che la Croazia non ha la forza interna per diventare un paese moderno che rispetta veramente i valori dell’antifascismo, dello stato di diritto, dei diritti umani e delle minoranze e ha un atteggiamento positivo uguaglianza contro i crimini di guerra e le vittime indipendentemente dalla nazionalità e dalla religione.

NON SO COSA MI CHIEDEREBBE PUTIN, MA SO CHE COSA LE CHIEDEREI – MI INTERESSA LA QUANTITÀ DEL GAS, I PREZZI DEL GAS E LA SICUREZZA DELL’APPROVVIGIONAMENTO!


Ho spento la luce e ho risparmiato il più possibile! Il mio account è uguale al tuo!

Ho spento la luce e ho risparmiato il più possibile!  Il mio account è uguale al tuo!

Seguici sui social




Romana Giordano

"Scrittore estremo. Appassionato di Internet. Appassionato di tv freelance. Appassionato di cibo malvagio. Introverso. Pensatore hardcore. Futuro idolo degli adolescenti. Esperto di bacon."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.