SDG8. Francesco Rocca, rieletto presidente della Federazione Internazionale della Croce Rossa

Francesco Rocca si è assicurato un secondo mandato quadriennale come presidente della Federazione Internazionale delle Società di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa (IFRC).

Sulla sua rielezione Francesco Rocca Ha sottolineato che “viviamo in tempi molto turbolenti. I pericolosi percorsi dell’instabilità economica globale, della carenza di cibo, delle crisi climatiche e delle emergenze sanitarie stanno convergendo per creare un momento di rischio senza precedenti per il mondo”. “Sono orgoglioso di accettare questa sfida insieme ai nostri 14 milioni di volontari della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, che stanno facendo tutto il possibile per servire la loro comunità locale oggi”.

rieletto presidente ha elogiato il ruolo della prossimità nella risposta umanitaria e si è impegnato a continuare a guidare gli investimenti in azione a livello di comunità: “La pandemia sta mostrando al mondo il ruolo importante che gli attori locali, come i nostri volontari della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, svolgono nella risposta alle crisi. La vicinanza all’assistenza umanitaria è il modo più efficace per salvare vite umane e costruire comunità più sicure, più forti e più sane».

Approccio il crescente impatto umanitario della crisi climatica, la riduzione delle crescenti disuguaglianze sanitarie e il sostegno e la protezione dei migranti sono le prime tre priorità elencate dal presidente.

Anche, ha esortato la comunità internazionale a dare priorità alla solidarietà globale e a tradurla in azione: “Quando c’è volontà politica, dialogo aperto e decisioni multilaterali, tutto è possibile. La risposta politica, pubblica e umanitaria alla crisi ucraina ha dimostrato cosa si può fare quando l’umanità e la dignità vengono prima di tutto, quando c’è solidarietà globale e il desiderio di aiutare e proteggere le persone”.

Il ruolo del presidente della Federazione Internazionale è un ruolo volontario. Rocca ha iniziato come volontario alla fine degli anni ’80 lavorando con richiedenti asilo e rifugiati in Italia.. È entrato a far parte della Croce Rossa Italiana nel 2007 ed è stato eletto presidente nazionale nel 2013. All’IFRC, Rocca è stato in precedenza membro del consiglio di amministrazione e vicepresidente per l’Europa. Avvocato di formazione, ha iniziato la sua carriera professionale combattendo la criminalità organizzata. Passò poi all’amministrazione sanitaria.

Quattro nuovi vicepresidenti e 20 membri del consiglio di amministrazione rappresentanti di ciascuna area geografica della Federazione Internazionale sono eletti anche alla 23a Assemblea per tale carica.

Per ulteriori notizie su Croce Rossa Visitateci biblioteca responsabile.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.