Quest’anno anche l’Olomouc Street Art Festival offre arte crittografica. Chi è interessato può ottenere un’immagine digitale | Azienda | Notizie | Il pettegolezzo di Olomouc

Uno dei momenti salienti dell’Olomouc Street Art Festival di quest’anno è l’arte crittografica. Coloro che sono interessati hanno la possibilità di ottenere una o più NFT, le immagini digitali che il festival mette a disposizione dei suoi visitatori. Gli organizzatori hanno anche pubblicato una nuova immagine che sarà sulla facciata del Teatro della Moravia.

“La grande attrazione di quest’anno è la cripto-arte. Coloro che sono interessati hanno l’opportunità di ottenere una o più delle migliaia di NFT, le immagini digitali che il festival regala gratuitamente ai suoi visitatori”. conferma dell’organizzatore Romana Junkerova. Martedì prossimo, un esperto parlerà del fenomeno della cripto-arte all’UP Art Center Matt Oksa.

Anche l’ampia area sulla facciata del teatro Olomouc al centro assumerà un nuovo aspetto. Il controverso dipinto sarà sostituito da un nuovo astratto di un australiano dal nome artistico DREZ. La sua proposta è stata approvata da una commissione curatoriale di cinque membri di Olomouc e altrove nella Repubblica Ceca e in Slovacchia. Il concetto ha anche ricevuto una risposta positiva dagli ambientalisti. Dipinti realizzati con strisce di gradazione di colore su un’area di circa duecento metri quadrati, ad esempio, possono ricordare allo spettatore un cancello.

Alcuni a Olomouc erano insoddisfatti degli sforzi dell’artista italiano, che dipinse l’antica ispirazione di Melpomene sulle pareti laterali del Teatro della Moravia. Dopo un anno, un’altra edizione dello Street Art Festival si svolge nella capitale Hana, e il muro culturale…

Lo Street Art Festival di quest’anno, che oggi è al suo apice, è incentrato sulla comunità, locale, religiosa, artistica e sessuale. Parte integrante sono i motivi di libertà e tolleranza, senza i quali la comunità non può esistere. Ad esempio, l’attivismo politico sarà dibattuto dall’artista Chemis, autore dell’iconico dipinto di una bambina con la bandiera ucraina, realizzato nella Nuslí di Praga, che ha attirato l’attenzione dei bambini vittime della guerra in Ucraina.

“Sono entusiasta del multiculturalismo quest’anno. Avremo artisti provenienti da Australia, Italia, Israele ma anche da Prostějov e Olomouc. La pittura astratta sarà molto dominante, il momento clou è sicuramente una nuova facciata nel Teatro Moravian. Il festival tornerà a graffiti dopo più di dieci anni, abbiamo un muro speciale in via Poupětova, dove dipingeranno alcuni dei migliori scrittori di tutta Europa e ci sarà Graffiti Jam”. disse il fondatore del festival Tomas Junker.

Il programma dei dettagli del festival è arrivato sito web.

Franco Fontana

"Fanatico della musica amatoriale. Ninja dell'alcol. Piantagrane impenitente. Appassionato di cibo. Estremamente introverso. Nerd di viaggio certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.