Quanto è importante avere la Germania. Rafforzare i legami con Berlino appena in tempo

Se c’è un’area in cui la forte ripresa delle relazioni tra Repubblica Ceca e Germania ha risuonato di più nelle ultime settimane, è la cooperazione difensiva.

Dopo tanti anni, quando il Ministero della Difesa governava i ministri del movimento SI e aveva appena parlato dell’importanza della cooperazione con Berlino, si stavano verificando grandi cambiamenti.

Solo un promemoria: il ministero in passato ha ipotizzato solo che avrebbero potuto acquistare elicotteri per i soldati Airbus H145Mallo stesso modo, nel caso dell’acquisto senza licenza di 52 obici semoventi, si evitava la soluzione tedesca.

Per i vecchi carri armati T-72M1, che l’esercito ceco ha inviato in Ucraina, riceveranno in premio quindici vecchi carri armati Leopard 2A4.

Gran premio per i militari

Ma ora la situazione è cambiata radicalmente. Grazie al forte sostegno dell’esercito ucraino dalla Repubblica Ceca, Praga e Berlino hanno accettato un grosso premio. Per il vecchio carro armato T-72M1, utilizzato dall’esercito ceco inviato in Ucrainariceverà in premio quindici vecchi carri armati Leopard 2A4 con munizioni e pezzi di ricambio.

“La Germania è stata a lungo il nostro principale partner economico. Nel campo della difesa, tuttavia, non è così da molto tempo e vogliamo cambiarlo, non solo nel campo degli eserciti di carri armati, ma nella cooperazione bilaterale in generale. Credo che questo renderà il nostro esercito più forte e il nostro Paese più sicuro”. commentare l’accordo Jana ernochová (ODS), ministro della Difesa.

E mentre l’esercito ceco inizierà ad addestrarsi sulla tecnologia tedesca, si dice che Praga stia perfezionando i dettagli e il prezzo finale dell’accordo intergovernativo con Berlino. Su tale base, la brigata pesante della Moravia acquisirà 45 carri armati Leopard 2A7+ moderni e nuovi. Costa circa venti miliardi di corone.

I cechi stanno negoziando un terminale di gas naturale liquefatto insieme alla Germania e vogliono aumentare la capacità del gasdotto TAL il prima possibile.

Assistenza gas e petrolio

Questo è solo l’inizio. La Germania non ha bisogno di aiutare la Repubblica Ceca solo per rafforzare le sue difese e uscire dalla sua pericolosa dipendenza dalle vecchie tecniche di costruzione sovietiche orientali.

La cosa principale forse più visibile è la cessazione delle forniture di gas naturale e petrolio della Russia. Attraverso l’energia, l’onnipotente aggressore, Vladimir Putin, vuole continuare a promuovere i suoi gusti nel mondo occidentale.

Ecco perché i cechi stanno negoziando con la Germania su un terminale comune di gas naturale liquefatto (GNL) e vogliono aumentare al più presto la capacità dell’oleodotto TAL, attraverso il quale scorre l’oro nero dal porto italiano di Trieste.

“La Germania è già molto avanzata con petrolio e carbone (dalla Russia), stiamo lavorando molto sul gas. I cechi sono in una posizione di partenza diversa, ma il nostro obiettivo è lo stesso, che è raggiungere l’indipendenza energetica il prima possibile. Noi capire che la dipendenza (dalle materie prime russe) ) gioca ruoli diversi nei diversi paesi. Ecco perché agiremo insieme per cambiarlo il prima possibile”, ha affermato dall’agenzia il cancelliere Olaf Scholz. CTK.

Sono tutte cose degli ultimi giorni che hanno dimostrato quanto sia strategico per noi un partner tedesco. Naturalmente, il collegamento è meglio illustrato dal fatturato commerciale ceco-tedesco di merci, che lo scorso anno ha raggiunto un nuovo record (vedi tabella). Ma poi ci sono simboli, come la fornitura di carri armati, che possono essere più importanti dal punto di vista della diplomazia economica.

Avere un grande potere come vicini e alleati diventerà un aspetto strategico sempre più importante.

Collaborazione più stretta Praga-Berlino

La Germania, sebbene all’inizio dell’aggressione russa in Ucraina fingesse di non aiutare Kiev, è cambiata rapidamente. Questa è una grande notizia per Praga.

Avere un grande potere come vicini e alleati diventerà un aspetto strategico sempre più importante.

Il fatto che molte persone e vecchi amanti potrebbero non apprezzare la cooperazione sempre crescente tra Praga e Berlino è stato dimostrato dall’abbondanza di notizie false e informazioni che stanno spuntando sull’attuale accordo sui carri armati. Che la Germania volesse inviarci un promemoria, che non ci sarebbe servito e che fosse più un regalo danese.

Tuttavia, il problema è semplice: 77 anni dalla fine della seconda guerra mondiale e 54 anni dall’occupazione di agosto è la più grande minaccia alla nostra sicurezza e stabilità economica, l’aggressore Vladimir Putin. E il legame chiaro, leggibile e forte tra Praga e Berlino è una delle risposte più logiche.

L’autore è membro del comitato editoriale di T Reporters

Dov’è adesso? Energia in Finmag:

Franco Fontana

"Fanatico della musica amatoriale. Ninja dell'alcol. Piantagrane impenitente. Appassionato di cibo. Estremamente introverso. Nerd di viaggio certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.