Putin sta giocando a scacchi. Ma questa non è necessariamente una buona notizia per l’Occidente o per l’Ucraina

Le ambizioni del presidente russo Vladimir Putin vanno oltre l’acquisizione della regione del Donbas nell’Ucraina orientale, ma qualcosa del genere non è “in linea con le capacità militari convenzionali” che la Russia ha ora. Come Hura Nuove opinioni negli Stati Uniti sulla guerra, secondo il direttore dell’intelligence statunitense (DNI) Avril Haines.

Gli analisti prevedono che questo stallo potrebbe portare a un’ulteriore escalation da parte della Russia, uno scenario di guerra prolungata fino all’esaurimento di una parte o dell’altra, o con colloqui di pace avviati dall’indebolimento del sostegno occidentale all’Ucraina.

Cos’è un vicolo cieco?

Lo stallo, in cui né la Russia né l’Ucraina hanno vinto, come ha affermato il capo della DIA Scott Berrier, ha descritto in dettaglio News nel Battlefield Report di martedì sul “congelamento” della guerra.

Il dilemma di ciò che Putin farà dopo se non riuscirà a ottenere un vantaggio territoriale anche con l’offensiva in corso non è, ovviamente, nuovo. Tuttavia, negli ultimi giorni, è diventato più acuto a causa di ciò che sta accadendo in prima linea, il che conferma ulteriormente che è improbabile che le truppe russe facciano progressi significativi con quello che hanno. È anche più urgente perché Putin non ha commentato la questione nemmeno durante la grande parata militare del 9 maggio. Affermò quindi che l’attuale guadagno territoriale non era sufficiente per lui e potrebbe essere riluttante a uscirne.

Secondo il giornalista politico della CNN Stephen Collinson Hura Putin è attualmente l’unico modo per porre fine al conflitto, arrendersi, che è una “opzione politicamente impossibile” per lui.

Come può la Russia intensificare ulteriormente il conflitto?

Collinson, il servizio di intelligence americano e, ad esempio, il politologo tedesco Andreas Heinemann-Grüder concordano sul fatto che una possibile variante di un ulteriore sviluppo è un’ulteriore escalation.

Secondo Haines, “gli attuali sviluppi nei combattimenti aumentano la possibilità” che Putin utilizzi “misure più drastiche, inclusa l’imposizione della legge marziale, l’uso della capacità di produzione industriale o una possibile escalation militare” per assicurarsi risorse aggiuntive per realizzare le sue ambizioni. .

Nella sua analisi, il giornalista della CNN ha paragonato la situazione attuale alla “peggiore paura” del presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy, il quale ha affermato nel bel mezzo della Guerra Fredda che le potenze nucleari “devono impedire uno scontro che porrebbe l’avversario tra un umiliante ritirata e guerra nucleare”.

Per inciso, l’attuale presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato questa settimana che Putin, che lui chiama “un uomo che conta”, non ha “via di ritorno” dalla guerra in Ucraina. Si dice che lo stesso Biden stia cercando di “capire cosa farne”.

Di volta in volta, questo solleva la questione di quanto lontano possa spingersi Putin e se sia disposto a rischiare di usare armi nucleari tattiche per bombardare l’Ucraina. Anche la situazione attuale, secondo il DNI americano, “non ha tale potenziale”.

A parte la summenzionata legge marziale o dichiarazione di guerra e mobilitazione (vale a dire la possibilità di convocare centinaia di migliaia di altre truppe), si ipotizza il coinvolgimento dell’esercito bielorusso come un altro possibile mezzo di escalation.

La Bielorussia ha intensificato la sua retorica contro la NATO e gli Stati Uniti negli ultimi giorni e questa settimana ha anche spostato forze speciali al confine ucraino, sostenendo che si trattava di una misura di ritorsione in risposta all’aumento del numero di truppe statunitensi e NATO nella regione. .

sul mio rapporto Il gruppo di esperti per lo Studio della guerra ha anche attirato l’attenzione sugli sviluppi della guerra in Ucraina. Tuttavia, i suoi esperti considerano ancora “impossibile” il coinvolgimento della Bielorussia nella guerra e l’Ucraina non ci conta.

Lunga guerra

Il secondo scenario possibile è una lunga continuazione di ciò che sta accadendo ora, senza grandi cambiamenti. Cioè, la guerra estenuante contro la quale i servizi di intelligence americani mettono in guardia.

Lo ha fatto il politologo tedesco Andreas Heinemann-Grüder per la rivista Focus spiegato come una “guerra di logoramento” che durerà fino a quando l’una o l’altra parte non rinuncerà alla speranza di ottenere un vantaggio strategico decisivo.

Per la Russia, ha detto, questo è il controllo completo su tutto il Donbas, la regione di Kherson e la maggior parte della costa ucraina del Mar Nero, qualcosa che è improbabile che l’esercito russo ottenga alla sua attuale capacità. Tuttavia, nonostante i “problemi logistici e di personale russi”, anche Heinemann-Grüder non considerava possibile una vittoria ucraina.

Negoziati di pace

Un’altra risoluzione potrebbe essere colloqui di pace, secondo un politologo tedesco. Tuttavia, secondo lui, ciò sarà consentito alla Russia solo se riceverà garanzie di neutralità dell’Ucraina, o almeno una moratoria di dieci anni sull’adesione dell’Ucraina alla NATO e il riconoscimento dei vantaggi territoriali.

Collinson ha osservato che l’Occidente guidato dagli Stati Uniti non aveva dato alla Russia spazio per tali negoziati e Mosca non aveva mostrato alcun interesse per loro. Tuttavia, negli ultimi giorni, ci sono state indicazioni che l’approccio occidentale potrebbe cambiare.

Un giornalista americano li ha visti, ad esempio, nella reazione del presidente francese Emmanuel Macron al discorso di Putin del 9 maggio. Sebbene Macron abbia condannato le parole di Putin, ha aggiunto che “alla fine, Ucraina e Russia devono sedersi al tavolo dei negoziati”.

Inoltre, martedì Macron ha convocato anche il leader mondiale più vicino a Putin, il presidente cinese Xi Jinping, con il quale ha detto dichiarazione Era d’accordo con “Elysee Palace” sulla necessità di un cessate il fuoco. Macron ha anche parlato della necessità di garantire la pace in Europa durante la sua inaugurazione di sabato. Prima dei negoziati con la Russia che lavorerà con la “falsa narrativa” della guerra in Ucraina Macrona in anticipo essere avvertito Il primo ministro britannico Boris Johnson.

Collinson ha anche riconosciuto i segni di un passo verso una fine pacifica della guerra (anche a scapito del prezzo sfavorevole dell’Ucraina) nelle parole del primo ministro italiano Mario Draghi dalla visita di martedì alla Casa Bianca.

“Devo dirti che il popolo italiano e gli europei ora vogliono porre fine ai massacri, alle violenze e ai massacri che stanno avvenendo. E sta pensando a cosa possiamo fare per portare la pace”, ha detto Draghi a Biden alle telecamere della TV. “Per lo meno, vogliono che si prenda in considerazione la possibilità di un cessate il fuoco credibile e di una ripresa dei negoziati. Questa è la situazione ora. Penso che dobbiamo riflettere a fondo su come affrontarlo”, ha aggiunto Draghi.

Putin, messo alle strette, deve infastidire anche l’Ucraina

Paradossalmente, l’Ucraina, difendendo Putin fino alla disperazione, deve preoccuparsi profondamente dell’Ucraina stessa. Anche se ora sta affrontando una guerra assoluta o un indebolimento del sostegno occidentale, non ci si può certo aspettare che cambi qualcosa nella sua strategia.

Secondo Heinemann-Grüder, l’Ucraina reagirà e non accetterà un cessate il fuoco sfavorevole finché l’Ucraina crederà di poter vincere. Tuttavia, questa settimana il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba ha affermato che gli obiettivi del suo paese sono cambiati e che l’Ucraina ora vuole rivendicare tutti i territori occupati.

“Se la Russia inizia una guerra assoluta, tutto può cambiare. Se Putin è militarmente capace e pronto per iniziare una guerra devastante, aumenteranno le pressioni su Ucraina e Stati Uniti affinché accettino un compromesso. La diplomazia deve essere preparata per questo, l’unico partner che può fermare i tiranni.” La carne del Cremlino sono Biden e Si Jinping”, ha concluso Heinemann-Grüder.

Franco Fontana

"Fanatico della musica amatoriale. Ninja dell'alcol. Piantagrane impenitente. Appassionato di cibo. Estremamente introverso. Nerd di viaggio certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.