Ottava Germania solo quarta – Zeidler in oro – notizie sportive su hockey su ghiaccio, sport invernali e altro ancora

Otto delle medaglie perse della Germania sono attese al quarto posto a Monaco. I candidati Gold non effettuano aggiustamenti giornalieri nel ME di casa.

La frustrazione è stata enorme dopo questa lezione per otto tedeschi. Invece di celebrare le medaglie attese agli Europei, il battitore Torben Johannesen & Co. dovrebbe spiegare un misero quarto posto in casa agli Europei.

“Gli inglesi ci hanno mostrato come guidare una figura otto. Sfortunatamente, lo facciamo in modo diverso e poi vieni sopraffatto”, ha detto Johannesen, 27 anni. “Non avevamo le palle. A volte, in parole povere, devi allontanarti”, ha detto Hamburger, che è stato nominato battitore poco dopo l’assenza di Mattes Schönherr.

Tutti gli applausi dagli spalti di Oberschleißheim non hanno aiutato il giorno prima della gran finale in singolare del campione del mondo ed europeo Oliver Zeidler – alla fine, la Germania ha dovuto schierarsi proprio dietro l’Italia, vincitrice della medaglia di bronzo. Dietro gli straordinari inglesi, gli olandesi festeggiano l’argento. “Se mettiamo in scena una prestazione del genere, alla fine non possiamo lamentarci”, ha detto il timoniere Jonas Wiesen.

L’allenatore della nazionale Uwe Bender ha grandi speranze per il campo di addestramento a cui la squadra si recherà domenica in quello che sarà un “anno di studio e studio”. “La giovane squadra sta lottando in pista per riprendersi. Dovrà sacrificare il grano perso nelle retrovie”, ha detto Bender un mese prima della Coppa del Mondo in Repubblica Ceca, dove la competizione sarà ancora maggiore. “Oggi abbiamo pagato la nostra quota”.

Zeidler ha vinto le semifinali

L’umore a Zeidler era significativamente migliore dopo una vittoria sovrana in semifinale. “Mantieni la calma e batti te stesso la domenica”, è il motto del 26enne. Dopo aver ancora avuto problemi con la fase iniziale nella rincorsa, ora ha dominato la competizione con un nuovo cranio.

Leggi anche

Campionato Europeo

Nervi forti dopo un inizio debole: Zeidler in pista

“Ovviamente non è ottimale raccogliere un nuovo teschio prima di una gara importante, perché è sempre una sensazione un po’ diversa. Ma ci si sente meglio di prima”, ha detto Zeidler, che vive a Schwaig vicino a Erding. 50 anni dopo l’oro olimpico di canottaggio di suo nonno alle Olimpiadi estive del 1972, anche lui sta cercando di vincere a Oberschleißheim domenica. Poi anche la 20enne Alexandra Föster, che ha sorprendentemente vinto la finale della Coppa del Mondo a Lucerna cinque settimane fa, spera in un primo posto nel singolare.

Come nel 2019 e nel 2021, Zeidler punta al titolo europeo. “Se diventi campione d’Europa sulla pista di casa, devi dominare tutte le gare preliminari”, ha detto il padre e allenatore Heino Zeidler. Descrive cosa significa il nuovo teschio: “È come se un tennista potesse non raggiungere il traguardo con la sua racchetta come vuole. Questo è quello che ci è successo prima della partita”.

Sua figlia Marie-Sophie è stata autorizzata a competere nei quadrupli di coppia femminili nella finale A di sabato. Nel successo della Gran Bretagna, la nave tedesca ha preso il sesto e ultimo posto.

© dpa-infocom, dpa:220813-99-373747/5

Gerardo Lucchesi

"Esploratore hardcore. Fanatico della musica hipster. Studioso del caffè malvagio. Appassionato sostenitore della tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.