NIS anche quest’anno con il campo per bambini “La Serbia ti chiama”; Lo sport riunisce i bambini del Kosovo e Metohija, della regione e della diaspora

Per il terzo anno consecutivo, il campo per bambini “Srbija te zove” riunisce i bambini che vivono nelle enclavi serbe del Kosovo e Metohija, della regione e della diaspora.


Fonte: PR

Foto: NIS

I bambini, oltre alle attività sportive quotidiane, hanno l’opportunità di conoscere la storia della Serbia, le sue tradizioni e le sue interrelazioni.

Quest’anno, la società NIS ha sostenuto l’attuazione di questo campo, che si è svolto dal 1 all’11 agosto presso il Centro studentesco della scuola superiore “Patriarch Pavle” di Belgrado, organizzato dall’Associazione “Sports Star”.

I partecipanti sono stati visitati al campo da Branko Rui, primo vicepresidente del governo della Repubblica di Serbia e ministro dell’istruzione, sviluppo della scienza e della tecnologia, e Milo Grbi, vicedirettore generale dei NIS.

Foto: NIS

Foto: NIS

Durante la visita, il Ministro Rui ha affermato che il Ministero è lieto di sostenere questa attività considerando l’importanza dello sport per la vita dei bambini e dei giovani.

“Sono felice che la Sports Star Association abbia lanciato questa azione tre anni fa per contribuire al miglioramento dello sport e della cooperazione tra i giovani”, ha affermato il ministro dei Trasporti e l’ha considerata una buona opportunità per gli studenti di praticare attività sportive, socializzare e socializzare. apprendimento.

Milo Grbi, vicedirettore generale del NIS, ha affermato che il numero di partecipanti quest’anno mostra quanto sia importante il campo per i bambini, ma è anche il miglior indicatore per tutti coloro che sostengono l’evento che investire nei giovani costruisce il nostro futuro. .

Foto: NIS

Foto: NIS

“Questo è un luogo in cui si coltivano i veri valori e si creano futuri campioni e siamo orgogliosi di far parte di un progetto del genere. Negli anni, attraverso vari programmi di responsabilità sociale, NIS ha investito nella società e nel nostro forte l’attenzione al business essendo socialmente responsabile è il sostegno ai giovani e ai progetti che contribuiscono al loro sviluppo”, ha affermato Grbi.

eljko Tanaskovi, il coordinatore professionista del campo di pallavolo, ha affermato che l’obiettivo del campo non era solo uno sport di punta, ma anche che i bambini si dedicassero a una qualche forma di attività fisica.

“Faremo di tutto per riunire quanti più bambini possibile e dare loro l’opportunità, oltre al processo di formazione, di conoscere la bellezza di Belgrado e di tutto il nostro Paese”, ha aggiunto Tanaskovi.

Quest’anno, 200 partecipanti di età compresa tra 12 e 15 anni provenienti dalle enclavi serbe del Kosovo e Metohija, Montenegro, Croazia, Republika Srpska, Macedonia del Nord, Italia, Francia, Germania, Austria, Canada e Cipro hanno preso parte al campo “Srbija te zove”.

Per i bambini vengono organizzati allenamenti di koarka, pallamano, calcio, pallavolo e tennis, e sono allenati dai massimi esperti sotto la supervisione di coordinatori, leggende dello sport: Eljko Tanaskov, Nenad Perunii, Milan Gurovi, Bogdan Obradovi e Milorad Kosanovi.

Oltre a due sessioni di formazione al giorno, i bambini ricevono anche lezioni di lingua e storia serba, per conoscere meglio la nostra cultura, oltre a fare visite alle principali istituzioni e attrazioni turistiche di Belgrado.

Oltre alla società NIS e al Ministero dell’Istruzione, dello Sviluppo Scientifico e Tecnologico della Repubblica di Serbia, il campo è stato donato anche dal governo della Repubblica di Serbia, dagli uffici del Kosovo e Metohija, dal Ministero della Gioventù e dello Sport e dal Ministero del Lavoro, del Lavoro, dei Veterani e degli Affari Sociali.

Foto: NIS

Foto: NIS

Foto: NIS

Foto: NIS

Seguici su naoj Facebook e Instagram pagina, Twitter Account e lasciati coinvolgere dalla scienza Viber Pubblico.

Romana Giordano

"Scrittore estremo. Appassionato di Internet. Appassionato di tv freelance. Appassionato di cibo malvagio. Introverso. Pensatore hardcore. Futuro idolo degli adolescenti. Esperto di bacon."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.