Marocco-Italia: Barucco vuole portare i legami ad un altro livello

Sua Eccellenza l’Ambasciatore d’Italia in Marocco, Armando Barucco, ha visitato la città di Fez il 3 febbraio dove ha parlato con il Presidente della Regione Fez-Meknes, Abdelouahed El Ansari, il Sindaco di Fez, Abdelsam Bekkali, e il capo di Al Quaraouiyine Università: il Presidente, Amal Jellal, e il Vicepresidente, Mohammed Addiwal, e l’Imam Khatib, Idriss Fassi-Fihri.

La visita è un’occasione per approfondire i legami che legano l’Italia con la capitale spirituale del Regno in tutti i settori, politico, economico e culturale, per rilanciare nuove prospettive di cooperazione tra Italia e Marocco e per discutere di progetti di cooperazione universitaria nel dialogo interreligioso e interculturale . . In un’intervista a L’Economiste, il diplomatico ha osservato che “Il livello delle relazioni tra Italia e Marocco è già molto forte. Nel novembre 2019 i nostri Paesi hanno firmato la Dichiarazione di un Partenariato Strategico Multidimensionale che riafferma le basi solide e strutturate delle nostre relazioni a tutti i livelli: politico, economico, culturale”. Ricordiamo che “l’Italia è attualmente il terzo partner commerciale europeo del Marocco, con uno scambio di oltre 2,5 miliardi di euro entro il 2021”. “Abbiamo una presenza in tutti i principali settori industriali, con una forte comunità imprenditoriale che dà lavoro a migliaia di marocchini. Non si tratta di una presenza nuova o improvvisa. L’Italia è sempre stata dalla parte del Marocco, nell’ottica della prosperità condivisa. Questa è stata la caso alla fine del XIX secolo, con l’inizio del complesso di Dar al-Makina, e il caso attuale nel settore dell’avanguardia come la produzione di idrogeno verde. Questa non è una relazione normale”, ha affermato Barucco. “Il nostro Paese è legato da una comune identità mediterranea, e da relazioni umane che attraversano i secoli. Ancora oggi, la comunità marocchina che vive in Italia è una delle più grandi comunità extraeuropee, con circa 500.000 persone, ed è sempre più integrata con più ben ancora di 64.000 singole aziende.

Il livello del nostro rapporto è alto, ma per questo è sempre più necessario sostenere partnership con iniziative che corrispondano alle nostre ambizioni condivise”, ha aggiunto. Maggiori dettagli nel prossimo numero di The Economist.

YSA

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.