Manojlović sulla spiegazione REM: è come scegliere Nero, che ha bruciato tutta Roma, a capo dei vigili del fuoco in Italia – Società

Savo Manojlovi, direttore della campagna per l’iniziativa “Go-change”, ha detto stasera di essere rimasto sorpreso dalla spiegazione “senza cuore” della Electronic Media Regulatory Authority (REM) secondo cui Pink, Happy, Prva e B92 sono più numerosi degli altri televisori giustificando i loro benefici per gli spettatori attraverso il paese.

Per Newsmax Adria Manojlovic ha giudicato la posizione di REM sull’assegnazione delle frequenze nazionali ai televisori Pink, Happy, Prva e B92 “come se tu scegliessi Nero, che ha bruciato tutta Roma, come capo dei vigili del fuoco in Italia, e tu ha detto che ti aspettavi che combattesse il fuoco”.

“Sarebbe una spiegazione altrettanto pertinente e ci si aspetta che Pink, Happy, B92, Prva, eljko Mitrović e Milomir Marić abbiano un programma obiettivo basato sul pluralismo politico”, ha aggiunto Manojlovi.

Ha ritenuto che dopo la decisione della REM sull’assegnazione delle frequenze nazionali rimanessero solo le vie legali, ovvero che ora la “palla” è nella squadra legale delle emittenti televisive che hanno partecipato alla competizione per le frequenze nazionali, ma non le hanno ricevute.

“La via legale è quella di sporgere querela presso il Tribunale Amministrativo, quindi ricorrere alla Corte Costituzionale”. Poiché è improbabile che ciò si realizzi, il prossimo esempio è Strasburgo (Corte europea dei diritti dell’uomo). Dura a lungo – sì, lo fa”, ha detto.

Manojlovi ha sottolineato che l’opinione pubblica deve continuare a fare pressione sulle violazioni della legge, sia in televisione che nelle istituzioni.

Seguici sul nostro Facebook e Instagram pagina, ma anche in Twitter Account. sottoscrivi Edizione PDF del giornale Danas.

Romana Giordano

"Scrittore estremo. Appassionato di Internet. Appassionato di tv freelance. Appassionato di cibo malvagio. Introverso. Pensatore hardcore. Futuro idolo degli adolescenti. Esperto di bacon."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *