L’Italia si prepara alle elezioni presidenziali. Anche l’ex presidente del Consiglio Berlusconi vuole nominare Berita

L’Italia si prepara alle elezioni presidenziali, che dovranno essere elette da entrambe le Camere a gennaio insieme ai rappresentanti delle regioni.

L’attuale capo dello Stato, Sergio Mattarella, 80 anni, non vuole ricandidarsi, quindi il partito deve cercare un candidato idoneo che abbia la possibilità di ottenere il numero di voti richiesto. La destra vuole essere rappresentata alle elezioni dall’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, 85 anni, sostenuto, ad esempio, dalla leader di destra di Fratelli d’Italia (FdI) Giorgia Meloni.

Il mandato di sette anni di Mattarell come presidente scade a febbraio e per allora deve essere trovato un successore. I partiti hanno avviato colloqui informali in cui cercano candidati idonei. Finora ci sono state solo speculazioni sui nomi, perché i candidati eletti di solito aspettano fino all’ultimo minuto con l’annuncio.

L’unica eccezione è Berlusconi, ex presidente del Consiglio e capo dell’Alto Parlamento italiano, che non ha nascosto il suo interesse per il posto di vertice. Alla domanda sulle sue ambizioni presidenziali in una conferenza stampa in ottobre, ha detto che “voleva essere utile al Paese”. Lunedì Berlusconi ha incontrato il presidente della Liga, Matteo Salvini, e domenica è stato sostituito dal presidente di FDI, Meloni. Secondo lui, il nuovo presidente dovrebbe essere in particolare un “patriota”.

Il politico, miliardario e uomo d’affari Berlusconi è una figura molto controversa in Italia. È comparso più volte in tribunale e nel 2013 un tribunale gli ha temporaneamente impedito di ricoprire cariche pubbliche con l’accusa di evasione fiscale, e Berlusconi deve ancora affrontare ulteriori procedimenti per accuse di corruzione di testimoni. Anche la sua età e problemi di salute, con cui ha lottato, potrebbero essere ostacoli alla sua elezione.

Il Partito Democratico (PD) di centrosinistra ha escluso di sostenere Berlusconi nelle elezioni presidenziali. Secondo lui, i candidati senza partito che hanno esperienza e moralità indiscutibili devono avere successo alle elezioni. Si ipotizza che questi candidati potrebbero essere, ad esempio, l’ex presidente del Consiglio Giuliano Amato o l’attuale ministro della Giustizia Marta Cartabia.

Il presidente in Italia è eletto da un corpo elettorale composto da membri di entrambe le camere del parlamento e rappresentanti di ciascuna regione, che conta più di mille elettori. Nei primi tre turni elettorali per essere eletti è richiesta la maggioranza dei due terzi, nel quarto è sufficiente la maggioranza assoluta.

Franco Fontana

"Fanatico della musica amatoriale. Ninja dell'alcol. Piantagrane impenitente. Appassionato di cibo. Estremamente introverso. Nerd di viaggio certificato."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.