L’Italia consente l’ingresso di argentini vaccinati con Sputnik V o Sinopharm

Nella scorsa settimana, Italia approvare l’ingresso nel proprio territorio di stranieri vaccinati con dosi provenienti da laboratori non approvati dal Agenzia Europea dei Medicinaliconsente l’ingresso nel Paese ai cittadini di Paesi vaccinati con inoculanti come Synofarma Quella Sputnik V.

La notizia e’ stata data dal Ministro della Salute italiano, Roberto Speranzadurante la sua partecipazione alla cerimonia di apertura Congresso Farmacista FarmacistaPiùche quest’anno si è svolto dal 5 al 7 novembre.



Tra i promotori di questa azione ci sono Mario Borgheserappresentante italiano di nazionalità argentina e deputato al Parlamento, che è deputato di Movimento Associativo Italiani all’Estero (Maggio).

“Missione compiuta!” Borghese ha twittato, celebrando la decisione del governo italiano. “Quella italoargentini vaccinato con Sputnik V o Synofarma ora possono viaggiare in Italia e mettere una dose o due Pfizer o moderno. In questo modo ricevono un “passaporto sanitario” o “verde”. Laureato“.

E questa risoluzione ha un requisito aggiuntivo: le persone che aggiungono una dose di richiamo al loro programma di vaccinazione potranno oltrepassare il limite. Deve essere con Pfizer Quella Modernoentro sei mesi prima dell’arrivo nel Vecchio Continente.

In questa nota:

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.