Le paure e i detti di Kimmich – obiettivi: vittorie di gruppo – notizie sportive su hockey su ghiaccio, sport invernali e altro ancora

Oliver Bierhoff crede in una bella caduta nel calcio. Prima la vittoria del girone nella Nations League e poi il titolo mondiale. Questo è il piano generale della nazionale.

Lo shock per i dolorosi scontri tra i compagni di squadra del Bayern Jamal Musiala e Thomas Müller era appena finito quando Joshua Kimmich ha avuto di nuovo tempo per l’ironia e le battute. La grande crisi di Monaco? Naturalmente, questo è anche un problema per la nazionale di calcio tedesca.

“Certo, l’hanno picchiato davvero. Ti fai solo una battuta”, ha riferito Kimmich con un’espressione finta seria dopo la prima sessione di formazione nel nuovo campus di Francoforte sulla presa in giro dei colleghi di DFB.

Niklas Süle, noto come comico ed ex Monaco di Baviera e nuovo al Dortmund, è stato incaricato di colpire il Bayern. “Si sente un po’ da Niki, esce un po’”, ha scherzato Kimmich. Il messaggio dietro l’attacco di umorismo è questo: l’allenatore della nazionale Hansi Flick non deve preoccuparsi che le sette squadre senza vittorie del Bayern saranno un problema prima delle partite finali del girone della Nations League contro Ungheria e Inghilterra, che sono state annunciate. Prova generale dei Mondiali.

Secondo la DFB, Musala ha un “piccolo taglio” sullo stinco

“Ora si tratta di giocare bene con la nazionale”, ha detto Kimmich. Quanto è importante il successo, hai visto nel team DFB nella prima metà dell’anno, quando – come adesso Baviera in Bundesliga – non è riuscito a vincere quattro volte di seguito. 5:2 contro l’Italia a giugno è stata la liberazione.

Prima della partita contro l’Ungheria del 23 settembre (20:45 / ZDF) a Lipsia e della classica tre giorni dopo a Wembley contro l’Inghilterra, il direttore della DFB Oliver Bierhoff non poteva fare a meno di trovarsi di fronte alla domanda se lo scontro di Monaco fosse un peso . La soluzione: Hansi Flick. “Se lo fa come ha fatto al Bayern, può farlo di nuovo”, ha detto Bierhoff, alludendo al successo del Ct nazionale a Monaco con sette titoli.

Leggi anche

squadra nazionale

Il bilanciamento della Coppa del Mondo di Hansi Flick prima della Nations League

Flick è stato uno dei primi a precipitarsi al Musala al mattino mentre il diciannovenne si accovacciava nel cortile per il dolore. Da padre, ha messo una mano sulla spalla dell’adolescente. Secondo la DFB, il contrasto in scivolata di Müller ha causato un “piccolo infortunio” allo stinco, che il medico della squadra ha dovuto curare. Musikala tornò all’hotel della squadra. Non ci sono grossi danni, quindi quelli ovvi arrivano rapidamente. Sarebbe anche sfortunato se il Bayern si lasciasse cadere a vicenda.

Arriva in finale il 18 dicembre

Il portiere del Bayern Manuel Neuer ha saltato la prima dell’allenamento nel campus con molti dipendenti della DFB tra il pubblico a causa di un dolore al dito del piede. Tuttavia, il capitano ha dovuto ricominciare ad allenarsi il giorno successivo, come ha riferito Flick con un fischietto rosso al collo.

Non devi lasciare troppo spazio ai problemi della Baviera, dice Bierhoff, preferendo ripetere il suo grande obiettivo: vincere prima il girone in Nations League e poi realizzare il tuo sogno di vincere il Mondiale. “Quello che vogliamo è chiaro, arrivare in finale il 18 dicembre. La nazionale tedesca deve sempre avere l’ambizione di vincere un torneo”, ha detto Bierhoff. La sua argomentazione: “La mentalità, la qualità dei giocatori e il massimo allenatore mi danno speranza”.

“Alla fine, si tratta di risultati”

Dopo un anno sotto Flick, Bierhoff ha visto le elezioni DFB come “sulla strada giusta” per raggiungere il suo obiettivo dichiarato di “tornare in cima al mondo”. Tuttavia, si stabilì solo in Qatar. “Sento la rabbia nello stomaco, questa motivazione, la voglia di giocare di nuovo un torneo di successo”, ha detto il 54enne dopo le grandi delusioni ai Mondiali 2018 e agli Europei 2021.

Bierhoff ha definito le partite della Nations League un “indicatore”. A suo avviso, il primo posto nel girone e la relativa qualificazione per il torneo Final Four dell’estate 2023 sarà una “dichiarazione” poco prima del torneo del Qatar. Anche Kimmich ha voluto mandare questo messaggio: “Alla fine si tratta di risultati. L’abbiamo visto al Bayern. Ti danno fiducia, sicurezza e una certa immagine di te stesso. Vogliamo vincere due partite, questo è il traguardo. “

© dpa-infocom, dpa:220920-99-830715/6

Gerardo Lucchesi

"Esploratore hardcore. Fanatico della musica hipster. Studioso del caffè malvagio. Appassionato sostenitore della tv."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.