Le nuove sanzioni non sono poi così male…

Mosca “non sta pagando un centesimo” per rischiare le sanzioni occidentali in caso di invasione dell’Ucraina, afferma l’ambasciatore russo in Svezia.

“Perdonatemi per questa espressione, ma non paghiamo un centesimo per tutte le loro sanzioni”, ha detto Viktor Tatarinchev ad Aftonbladet in un’intervista pubblicata ieri sera sul sito web del quotidiano svedese.

“Ci hanno imposto tante sanzioni e in un certo senso hanno avuto un impatto positivo sulla nostra economia e agricoltura”, ha affermato.

“Siamo autosufficienti e in grado di aumentare le esportazioni. (Ad esempio) non abbiamo formaggio italiano o svizzero, ma impariamo anche a fare il formaggio russo, usando ricette italiane o svizzere”, ha spiegato.

“Le nuove sanzioni non hanno nulla di positivo, ma non sono così gravi come dice l’Occidente”, ha detto.

Per Tatarinchev, i paesi occidentali non capiscono lo spirito della Russia: “Più l’Occidente farà pressione sulla Russia, più forte sarà la risposta della Russia”.

Tuttavia, ha assicurato che la Russia stava cercando di evitare la guerra.

“Questo è il desiderio più sincero della nostra leadership politica. L’ultima cosa che il popolo russo vuole è la guerra”.

Fonte: AMPE

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.