La Spagna ha bisogno di più di 95.000 infermieri




Infermiera necessaria in Spagna. In particolare ne sono andate perse più di 95.000 per raggiungere la media europea. Le carenze “preoccupanti” vissute da quasi tutte le comunità autonome e così via mettere in pericolo la salute delle personecome sottolineato da nuovo rapporto del General Nursing Council (CGE) pubblicato martedì e presentato dal suo vicepresidente, José Luis Cobos Serrano, in un’intervista a RNE.

In totale, ci sono solo 330.000 infermieri in Spagna, cioè per ogni 100.000 abitanti ci sono solo 625 infermieri. La misura europea, invece, è 827.

R) Sì, La Spagna occupa la settima posizione dietro l’Unione Europea. Sotto il nostro paese ci sono solo Slovacchia, Italia, Ungheria, Bulgaria, Grecia e Lettonia. E in testa ci sono Belgio (1.824 ogni 100.000 abitanti), Finlandia, Danimarca, Irlanda e Lussemburgo.

Il numero di pazienti è tre volte la cifra raccomandata

Il numero di pazienti che ciascuno di questi professionisti deve trattare raddoppiare e anche triplicare la cifra consigliata per garantire la qualità e la sicurezza delle cure.

“Non avere abbastanza personale infermieristico e infermieri maschi richiede a maggiore probabilità di rischi, complicazioni, riammissionieffetti collaterali e persino la morte”, ha avvertito il presidente della CGE Florentino Pérez Raya.

Las Mañanas de RNE con igo Alfonso – La Spagna ha bisogno di più di 95.000 infermieri: “Il nostro numero medio di infermieri per cittadino è uno dei più bassi” – Ascolta ora

Tuttavia, qualcosa di serio differenza tra le regioniche mette in discussione il principio di uguaglianza su cui si basa il sistema sanitario, come evidenziato dal suo vicepresidente, José Luis Cobos Serrano, in Mattina RNE.

Navarra è l’unica comunità che supera la media europea

Tra le società autonome, solo Navarra supera la media europea. Seguono i Paesi Baschi, Melilla e Castilla y León. I dati peggiori sono Murcia, Galizia, Andalusia, Comunità Valenciana e Isole Baleari.

In termini di province, superano anche la media UE Cáceres, Alava e Soria. Al contrario, Pontevedra, Guadalajara, Murcia, Ourense e Alicante sono quelle con i numeri peggiori. “La sicurezza dei pazienti è a rischio. Non c’è giustizia nel SNS”, ha denunciato Pérez Raya.

Tuttavia, la Spagna è al di sopra della media europea in qualcosa: nella comunità medica. Come ha sottolineato CGE, in Spagna ci sono il 60% di infermieri contro il 40% di medicimentre la media per i vicini europei è del 70% infermieri e 30% medici.

In Belgio c’è in realtà un rapporto tra l’85% di infermieri e il 15% di medici. “Quello che non si può fare è che tutto lo facciano i medici, come fa la Spagna”, ha sottolineato il presidente del consiglio, il quale ha anche sottolineato che molti professionisti guadagnano solo mille euro al mese.

Proposte del CGE per migliorare l’assistenza infermieristica

Di fronte a questa situazione, che ha costretto gli infermieri a scendere in piazza nel mese di giugno, il CGE ha proposto di redigere un rapporto preciso sui reali bisogni degli infermieri che tenga conto dei rapporti nazionali ed europei, dell’invecchiamento della popolazione, della naturalità, della diffusione geografica e del bisogno per infermieri specializzati.

Per Pérez Raya, un’altra soluzione alla carenza di professionisti è attira 15.000 professionisti che si trovano fuori dalla Spagna. “È incomprensibile che nel sistema spagnolo gli infermieri vengano formati per quattro anni, poi non se ne approfittino e vadano all’estero. Se fossero qui, allevierebbe qualcosa”, ha assicurato il presidente del CGE, che, sul d’altra parte, ha aggiunto che “le condizioni e gli stipendi in Spagna non possono essere paragonati a quelli del resto d’Europa”.

Allo stesso modo, il Consiglio lancerà una campagna mediatica che includerà annunci pubblicitari che saranno trasmessi su varie televisioni, cinema e social network. Negli annunci e sotto i titoli Infermiera, è importante, si possono individuare quattro delle diverse situazioni in cui l’intervento infermieristico è critico: l’educazione, attraverso la figura dell’infermiere scolastico; Assistenza sanitaria di base; pronto soccorso e unità di terapia intensiva.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.