La situazione migliorerà. Lasciare subito Ucraina, Germania, Austria e Francia chiamano

Secondo il ministero degli Esteri tedesco, aumentano le tensioni tra Russia e Ucraina. “Chiediamo ai cittadini tedeschi di lasciare immediatamente il Paese. Uno scontro militare può verificarsi in qualsiasi momento”, ha affermato il ministero in una nota.

Anche i vicini dell’Austria hanno invitato i loro cittadini a fare gli stessi passi. “Dobbiamo aspettarci una significativa riduzione dell’escalation della situazione”, ha affermato sabato il ministero degli Esteri austriaco, secondo il quale il numero di incidenti nell’est del Paese è aumentato in modo significativo nelle ultime 24 ore.

L’invito si applica a tutta l’Ucraina, ad eccezione di alcune parti occidentali. Le autorità in Ucraina registrano attualmente circa 180 cittadini austriaci. Il ministero ha anche messo in guardia contro i viaggi in Ucraina.

Tuttavia, le autorità hanno rafforzato il personale dell’ambasciata austriaca. “Continueranno a ricoprire posizioni sul campo per sostenere i cittadini austriaci che lasciano il Paese se necessario e per mantenere i contatti con i loro partner ucraini”, ha affermato il ministero.

Il ministero degli Esteri francese ha raccomandato ai suoi cittadini che non si trovano in Ucraina di lasciare il Paese per gravi motivi. L’ufficio ha anche chiesto alla Francia, che si trova nelle regioni di Kharkiv, Luhansk e Donetsk, di lasciare immediatamente la regione.

L’avvertimento delle nazioni europee arriva in un momento in cui la Russia ha ammassato fino a 190.000 soldati ai confini del suo vicino occidentale. Gli osservatori dell’OSCE hanno parlato di “un drammatico aumento degli episodi di violenza in prima linea tra l’esercito ucraino ei separatisti sostenuti dalla Russia”. Sabato hanno annunciato una mobilitazione generale nell’Ucraina orientale.

“Non commettere un errore fatale”

Dopo i colloqui con i capi della diplomazia del G7, il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock ha chiesto alla Russia di astenersi dall’attaccare l’Ucraina e di sedersi al tavolo dei negoziati.

I ministri degli Esteri del G7, che comprendono Francia, Gran Bretagna, Italia, Giappone, Canada e Stati Uniti insieme alla Germania, si sono incontrati sabato a margine della Conferenza sulla sicurezza di Monaco.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken con il ministro degli Esteri tedesco Annalena Baerbock a Berlino

Foto: foto di Reuters

“Non commettere errori fatali, ritira le tue truppe, previeni danni in Ucraina e Russia e agiamo”, ha affermato Baerbock dal DPA. Ha detto che era impossibile per la Russia rafforzare la propria sicurezza conquistando altri paesi.

Baerbock ha sottolineato che un possibile attacco all’Ucraina porterebbe a massicce sanzioni economiche e politiche.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.