La grande Italia batte Chiellini, l’Argentina alza il trofeo Finalissima VIDEO

La nazionale argentina ha battuto l’Italia con il punteggio di 3:0 (2:0) nella partita intitolata “Finalsima”, tra i campioni d’Europa e quelli sudamericani.


SSFonte: B92

EPA-EFE/DANIEL HAMBURY

Finalista:
Italia – Argentina 0:3 (0:2)
L. Martinez 28, Di Maria 45+1, Dybala 90

stadio: “Wembley” (Londra)
Giudice: Piero Maca (Ile)

Molto più convincenti gli argentini che hanno sfruttato le occasioni create contro gli Azzurri, che non sono nemmeno una pallida ombra della squadra che ha alzato il trofeo del titolo “vecchio continente” nello stesso posto, a Wembley, in meno di un minuto. l’anno scorso.

Allo stesso tempo, il capitano dell’Italia Oro Chiellini ha salutato la nazionale, dove ha alzato il trofeo nel luglio 2021.

L’Argentina ha esteso il record a 32 partite senza sconfitte, tutte sulla fascia di Lionel Messi, che ha giocato molto ispirato e, allo stesso tempo, la squadra argentina sembrava tale.

Italia: Donnarumma – Di Lorenzo, Bonui, Chiellini (da 46. Lazari), Emerson (da 77. Bastoni) – Pessina (da 62. Spinacola) – Orinho, Barella – Bernardeschi (da 46. Locatelli), Raspadori, Belotti (da 46. ..Skamaka).

Argentina: E. Martinez – Romero (da 84. Pecella), Molina, Otamendi, Tagliafico – Rodriguez, De Paul (da 76. Palacio), Lo Celso (da 90+1. Dybala) – Messi, Di Maria (da 90+1. Gonzalez), L. Martinez (84. Alvarez).

Messi ha avuto molto supporto dagli spalti fin dall’inizio e questo probabilmente lo ha motivato a giocare meglio che nella maggior parte della stagione conclusa di recente.

Le punte di Junoamerica hanno tenuto fede al suo record e sono passate in vantaggio al 28′ proprio grazie al suo ottimo movimento.

Ha ricevuto palla e ha calpestato la porta di Donnarumma con la testa sulla schiena, quindi ha lavorato per Lautaro Martinez e ha scrollato facilmente la porta vuota.

È stato facile per l’allenatore dell’Argentina Lionel Scaloni perché aveva un omonimo in campo, ed è stato presto raggiunto dai primi marcatori, Lautaro Martinez e Angel Di Maria.

I due hanno messo in scena una grande bravata per compensare il primo tempo, suggellando il destino di “Azure” prima di andare in vacanza.

Lautaro ha preso molto bene l’attacco di Di Maria e lo ha giocato nello spazio, e ha colpito la palla quel tanto che basta per superare in astuzia Donnarumma e fare il 2:0.

All’inizio del secondo tempo Chiellini resta negli spogliatoi e finisce così la sua ricca carriera rappresentativa, ei compagni non fanno nulla per rendere il suo addio meglio della sconfitta.

Inoltre, l’argentino è riuscito a riempire la rete dell’Italia fino in vetta nel seguito, ma Donnarum è stato ostacolato in più occasioni, prima da un esilarante autogol di Bonuy, poi da più gol di Di Maria e Messi.

Ovani Lo Celso spreca la migliore occasione di “Gausos” al 64′ quando la rete era completamente vuota davanti a lui ma colpisce solo l’esterno della porta.

L’Italia è rimasta completamente indifesa fino alla fine, poi Paolo Dybala ha dato il tocco finale al trofeo, pochi minuti dopo essere uscito dalla panchina.

Messi ha contrattaccato ed è stato fermato, ma Dybala è stato colto di fretta e mandato alle querce per il 3:0 finale e il trofeo per l’Argentina dalla partita di Finalissimo.

Seguiamo tutta l’azione lungo il percorso BLOG Live su B92.net:

Seguici su naoj Facebook e Instagram pagina, Twitter Account e lasciati coinvolgere dalla scienza Viber Pubblico.

Romana Giordano

"Scrittore estremo. Appassionato di Internet. Appassionato di tv freelance. Appassionato di cibo malvagio. Introverso. Pensatore hardcore. Futuro idolo degli adolescenti. Esperto di bacon."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.