La Francia difende la creazione di un diritto societario con una missione a livello europeo

Inserito il 20 ottobre 2021

A due anni dall’emanazione della legge del Patto che ha creato specificamente lo status di “azienda con una missione”, un rapporto di Bris Rocher, commissionato da Bercy, valuta le conseguenze di questo testo. Per promuovere questa nuova forma di capitalismo al maggior numero possibile di aziende, il CEO del Groupe Rocher ha formulato 14 raccomandazioni, tra cui “incoraggiare ogni comunità europea ad adottare una ragion d’essere“.

La Francia può difendere l’idea di un capitalismo più giusto e responsabile (…) Nessun altro paese può portare avanti questa lotta meglio di noi“, ha affermato Bruno Le Maire durante la presentazione di una relazione di Bris Rocher, amministratore delegato del Gruppo Rocher, sulla valutazione della normativa Pacte”.Con la legge del Patto, abbiamo un ruolo pionieristico in Europa“, abbonda Olivia Grégoire, Segretario di Stato incaricato dell’Economia Sociale e della Solidarietà, a due anni dall’adozione di questo testo che crea specificamente lo status di azienda con una missione”.Si accerta il ruolo di influenza e promozione di questo status su scala europea“, ha detto, con il suo ministro.

Per convincere più aziende ad adottare gli obiettivi dell’azienda e/o lo status di missione, il rapporto Bris Rocher formula 14 raccomandazioni che Bruno Le Maire ha formulato per “continuare in modo molto ampio“. Essi “verranno analizzati ed eventualmente applicati“, aggiunge Olivia Grégoire. Tra le raccomandazioni ci sono “incoraggiare ogni comunità europea ad adottare una ragion d’essere“. Bris Rocher, lui stesso a capo di un’azienda con una missione, raccomanda “proiettare la registrazione di questo status oltre i confini della Francia“.

“Dare un quadro europeo per promuovere la nostra visione di capitalismo responsabile

La Francia ha il diritto di modificare questo status su scala europea, difendendo gli artefici di questo modello. “Dobbiamo fornire un quadro europeo per promuovere la nostra visione di capitalismo responsabile“, ha chiesto Emery Jacquillat, presidente della comunità imprenditoriale orientata alla missione”.Questo status non esiste da nessun’altra parte, è una vera innovazione che può essere fatta oltre i confini della Francia“, ha aggiunto la persona che ha organizzato il primo”Congresso aziendale europeo con una missione” al Comitato economico e sociale europeo (CESE) all’inizio di dicembre.

La delegazione francese incontrerà poi le controparti italiane. In Italia, dal 2015, esiste uno status”Società di vantaggi“: 926 società che lo hanno adottato devono menzionare uno o più obiettivi nei propri statuti”beneficio reciprocoAltrove in Europa, la legislazione non ha previsto la forma giuridica di società con una missione o equivalente.Il “Congresso europeo delle imprese con una missione” ha programmato di recarsi a Bruxelles all’inizio di febbraio per condividere feedback e confermare la necessità di fornire estensioni di status in tutta Europa.

Più di 300 aziende con missioni in Francia

Annunciato nel 2019, il Pacte Act offre specificatamente alle aziende la possibilità di inserire uno scopo nella loro legislazione e, per i più impegnati, trasformarsi in aziende con una missione. “L’approccio CSR non basta più, le aziende devono essere più impegnate e lo status di azienda con una mission è un valido strumento e una vera leva di trasformazione.“, sostiene Emery Jacquillat, presidente dell’azienda con la mission Camif.Un’azienda ora deve poter dire a se stessa che più cresce il fatturato, maggiore è l’impatto – e viceversa. Questa è la chiave della riforma in corso del capitalismo“, ha ulteriormente determinato il rapporto Bris Rocher, che è stato incaricato da Bercy.

L’Atto di Patto è uno dei pilastri legislativi ed economici di questo quinquennio, uno dei testi legislativi più definitivi delle ambizioni economiche che ci appartengono, insieme al Presidente della Repubblica, dal 2017“, ha lanciato Bruno Le Maire.”Faremo in modo che sia fatto bene”.ha promesso. A due anni dall’entrata in vigore di questo testo, più di 300 aziende sono diventate aziende con una missione. “Se l’entusiasmo per questo nuovo modello di governo è forte, non accadrà uno spostamento onesto e massiccio verso di essi“, riferisce arrabbiato Bris Rocher.”Diverse aziende di medie dimensioni o grandi gruppi hanno fatto il passo di un’azienda con una missione, e mentre la metà delle aziende CAC 40 ha definito la propria ragion d’essere, poche l’hanno inserita nei propri statuti.“, quindi soddisfare i requisiti di studio.

Matilde Golla @mathgolla

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.