La differenza tra conservatorismo europeo e russo è molto basilare. Come il paradiso e le cornamuse – Forum24

Dalla prima metà del secolo scorso, possiamo tracciare la sgradevole tradizione della civetteria con i governanti russi d’Europa. In precedenza, era lasciato solo dominio. Conosciamo l’esempio più eclatante della venerazione della Russia per l’avanguardia artistica francese, che molti intellettuali hanno copiato sconsideratamente nel nostro paese. Oggi, il cesaropapismo russo è un successo per la destra conservatrice.

Questo è davvero triste. In Vladimir Putin, solo i suoi sforzi costanti per mantenere lo status di superpotenza conservatrice. In caso contrario, mantiene una serie di stereotipi del comunismo e ancora dell’era imperiale. Nel suo cocktail di conservatori troviamo in particolare la celebrazione dell’eroismo russo, il culto dell’esercito e il pizzico d’obbligo dell’Ortodossia, che è intesa come l’unico cristianesimo intero e puro. Inoltre, la pratica di mentire e combattere l’individualità umana per il bene del collettivismo definito dallo stato deriva dal comunismo. Il grande potere degli oligarchi, che saccheggiarono la proprietà socialista grazie ai vecchi legami bolscevichi, diede un tocco di destra al regime di Putin.

Continuare a leggere

Come facciamo a sapere cosa vuole la Russia o Ridiamo con la Russia nello stupido Occidente

leggi l’articolo »

Questo tipo di conservatorismo non ha nulla a che fare con il conservatorismo britannico, come gli uomini civili come Edmund Burke nel 18° secolo o Roger Scruton che è morto di recente. Nel nostro Paese, il filosofo Rio Preisner è una delle personalità di questo format.

Poi in Europa apprendiamo che è ancora forte la corrente del conservatorismo politico pratico sotto forma di democrazia cristiana, che in Konrad Adenauer in Germania, Alcide de Gasperi in Italia e Robert Schuman in Francia hanno costruito l’Europa del dopoguerra e le hanno dato un forte sigillo di democrazia, libertà e imprenditorialità. È desiderabile seguire tale conservatorismo. Questo è un conservatorismo profondamente europeista e antiautoritario. Si differenzia dalle tendenze attuali in Europa nella sua opposizione all’ingegneria sociale e nel rispetto delle credenze religiose. Tuttavia, va aggiunto che il Partito popolare europeo, l’associazione dei partiti democristiani in Europa, è ancora la fazione più forte al Parlamento europeo ed è guidato dalla democristiana di Malta, Roberta Metsola.

Un punto chiave nella propaganda di Putin è la rappresentazione dell’Occidente contemporaneo come una civiltà in declino che vacilla nel suo degrado morale. La forza morale della civiltà euro-atlantica è un problema costante e non possiamo coprire i problemi legati alla diffusione del cinismo, dell’edonismo e dell’assenza di convinzioni e visioni politiche. Ma non ha davvero senso per noi costringerci a dittature militaristiche arretrate e cercare una cura per il nostro dolore.

Continuare a leggere

Prenota Conversazione con Roger Scruton (FORUM 24)

Il libro Conversazione con Roger Scruton offre un resoconto dettagliato e intimo della sua vita personale e professionale

leggi l’articolo »

La versione russa del conservatorismo populista nel nostro paese è presentata da Andrej Babi e Tomio Okamura. Questo è sufficiente per formare una coalizione che completerà la distruzione dello Stato di diritto e della libertà dei media. Ci sono una serie di somiglianze tra il partito Russia Unita e il movimento Babish YES. Soprattutto, è l’ambizione onnicomprensiva di regolare tutto, di collegare la struttura oligarchica allo stato e la privatizzazione di fatto dello stato. Poi la resistenza alla libertà dei media ei tentativi di comprare elettori e guidarli con i trucchi più osceni. L’Okamur SPD divenne in seguito un vero agente del regime russo. Non puoi flirtare con questo tipo di conservatorismo per un secondo.

I valori e le correnti politiche che hanno un’altra possibilità di successo nella Repubblica Ceca sono i diritti liberal-conservatori filoeuropei. Ovviamente, è piuttosto difficile per molti buoni conservatori evocare la parola liberalismo, perché nel senso americano è l’opposto della dottrina classica della supremazia della libertà individuale sul regime di stato. Tuttavia, non si tratta dell’adesivo, ma della sostanza. È un peccato che la democrazia cristiana, che ha un profilo più europeo e sicuro di sé, non possa svolgere un ruolo più forte nella società ceca. Il punto è che la parola giusta da sola può significare qualsiasi cosa, dal cinismo antisociale del governo monetario al nazionalismo fanatico. Il conservatorismo di Gentleman è completamente diverso. Oltre alla libertà individuale, ha sottolineato la responsabilità e, grazie alla consapevolezza dei fondamenti giudaico-cristiani della nostra civiltà, ha saputo integrare l’Europa non burocraticamente, ma in termini di valori.

Il conservatorismo russo è oscurità. Non è un caso che anti-ascia, oppositori del Green Deal e omofobia stiano sbirciando in Russia. Il conservatorismo dei gentlemen, invece, è democratico, rispetta la diversità, il pluralismo, protegge la libertà dei media e non teme la modernità, ma allo stesso tempo protegge tutto ciò che ha funzionato in passato. E questo è qualcosa di completamente diverso dal conservatorismo di Buran, che ha molti aderenti nel nostro paese.

Continuare a leggere

Johana Hovorková, Milan Tesař, Veronika Kučíková, Dan Hrubý e Jaroslav Bican dal nuovo comitato editoriale di Týdeník FORUM (Roman Black erný e Michal Hošek)

Non lasciamoci cullare! Le democrazie indebolite sono rafforzate dai media liberi e continuano a sostenerle

leggi l’articolo »

E poi c’è la caratteristica principale che distingue il conservatorismo euro-atlantico dalla sua parodia eurasiatica. Questo è rispetto dei fatti e della verità. Il vero comportamento, il vero comportamento in politica e negli affari, la vera creazione di contenuti multimediali. Tutto questo si basa poi sulla coscienza e sulla consapevolezza dell’esempio ultimo o assoluto che ci serve per misurare le nostre azioni e vite. Questa è, in linea di principio, la fede. Credere in Dio illimitato o credere nei principi irrevocabili di bontà e giustizia.

La Russia è un Paese molto religioso ed è anche vero che l’Europa si sta allontanando da Dio. Si dice che abbiano celebrato l’ultimo Natale in Germania, quando i cristiani erano ancora la maggioranza. La situazione nel nostro Paese è ancora più deplorevole. È opportuno riflettere su questo e sollevare la questione fondamentale se una democrazia forte sia possibile e fattibile anche senza fede. Ma questo contrasto tra un’Europa parzialmente senza Dio e la Russia religiosa crea anche un quadro del tutto falso in cui la messianicità piena di sentimento dell’Oriente si oppone alla cinica decadenza dell’Occidente. La Russia è felice di mostrarci dal sito dello Sputnik che può salvarci, soprattutto con i suoi missili nucleari. Un paese in cui spogliarelliste e gente pop stanno fianco a fianco e crea l’impressione che le grandi istituzioni statali siano mentalmente malsane e non dovrebbero essere modelli per noi. Il regno di Vladimir Putin in Russia, la sua propaganda militarista e il suo comportamento brutale nei confronti dell’Ucraina non hanno nulla a che fare con la pienezza dell’anima o il cristianesimo.

L’Occidente e l’Europa hanno molte ragioni per riflettere su se stessi e per rinnovare le proprie visioni ei propri ideali. Ma il conservatorismo educato non ha nulla a che fare con il deserto nero che governa la Russia. Abbiamo bisogno di conservatorismo europeo e filo-europeo qui. Non russo.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.