Insulto a Donarum, razzismo a Coulibaly e Vlahovi?

I media italiani hanno criticato aspramente i tifosi di San Siro, che mercoledì sera hanno fischiato e insultato l’ex portiere del Milan Gianluigi Donaruma prima e durante la semifinale di Nations League contro la Spagna.

L’Italia è stata battuta dalla Spagna (1:2), ma il giorno dopo la partita il più “commentato” è stato il “benvenuto” che ha avuto il portiere della Nazionale Azura.

Gigi Donarum non ricorderà per sempre il suo ritorno al Milan. L’ex portiere rossonero è stato seguito dal pubblico allo stadio di San Siro, dove ha difeso tutta la sua carriera fino al trasferimento quest’estate al Paris Saint-Germain.

Il giorno dopo, i media italiani hanno condannato i tifosi, paragonandoli anche a coloro che a Firenze hanno insultato razzialmente il calciatore del Napoli Calidou Coulibaly.

Molti tifosi milanisti allo stadio hanno fischiato ogni volta che Donaruma ha toccato palla, a partire dal riscaldamento e per tutta la partita. Il Ct dell’Italia Roberto Mancini ha ammesso di essere rimasto molto deluso dalla reazione dei tifosi.

Un giornalista de La Gazzetta dello Sport ha scritto che era impossibile sentire il nome di Donaruma quando lo speaker allo stadio ha annunciato la formazione. In questo modo, una brutta immagine viene trasmessa al mondo, crede il giornale.

Il Corriere dello Sport ha fatto un passo in più, paragonando i fischi e gli insulti diretti a Donaruma ai cori razzisti lanciati al difensore napoletano Calidou Coulibaly nella partita contro la Fiorentina a Firenze.

C’è qui una terza parte della storia che non viene quasi mai scritta dai media in Italia. Questa è stata l’umiliazione che il rappresentante serbo Dušan Vlahovi ha subito a Bergamo all’inizio di settembre dopo la partita con l’Atalanta. L’attaccante della Fiorentina ha poi segnato una doppietta regalando la vittoria alla sua squadra, ei tifosi dell’Atalanta lo hanno insultato definendolo uno “zingaro serbo”.

La maledizione nella maggior parte dei media non esiste…

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.