Il Primo Ministro ha definito la mossa di Pristina il culmine del CICINismo

Dopo la firma, è seguito un discorso dei media, durante il quale il Primo Ministro ha colto l’occasione per commentare la decisione delle autorità di Pristina di presentare domanda di adesione al Consiglio d’Europa.

Direi che oltre a violare tutti i trattati, in particolare il Trattato di Washington, il che non è affatto strano dopo dieci anni in cui hanno infranto e non attuato il Trattato di Bruxelles, che questa è la loro mossa per aderire Consiglio europeo che certamente non è venuto da sé, e credo che sia stato sostenuto dagli Stati più potenti e dagli Stati membri Unione europeache questo è in realtà l’apice del cinismo – ha affermato il Primo Ministro e ha aggiunto che il picco è avvenuto proprio perché Pristina ha vietato ai serbi di votare alle elezioni nelle regioni del Kosovo e Metohija, e prima ha anche vietato la partecipazione al referendum

Il culmine del cinismo, perché è successo subito dopo che Pristina ha bandito la Serbia dal Kosovo e Metohija dal voto e dalla partecipazione al referendum, per il territorio più alto dello stato di diritto, e stava modificando la Costituzione per avere uno stato di diritto più forte e un magistratura indipendente. – ha affermato il Presidente del Consiglio e ha affermato che quando i diritti umani vengono revocati, come il diritto di voto e di voto, e poi si fa domanda di adesione al Consiglio d’Europa, il cinismo raggiunge il picco

Quando si priva qualcuno dei diritti umani, come il diritto di voto e il voto che Pristina ha fatto per i serbi, e poi si richiede l’adesione Consiglio europeoe il Consiglio d’Europa è l’istituzione che è e deve essere soprattutto la protettrice dei diritti umani e della democrazia, e questo è l’apice del cinismo. Non vedo davvero l’ora di vedere chi li sosterrà in questo, e non credo che sarà uno dei paesi inclusi negli stati di Quinto, perché dopo la forte condanna di Prština per non aver consentito i diritti umani alla Serbia, dopo una dura dichiarazione Immagino che non possano sostenere e salutare la stessa Pristina e le persone che rappresentano Pristina e il cosiddetto Kosovo possono far parte delle istituzioni fondamentali per i diritti umani, e le due sono completamente incompatibili – ha concluso il Presidente del Consiglio.

Romana Giordano

"Scrittore estremo. Appassionato di Internet. Appassionato di tv freelance. Appassionato di cibo malvagio. Introverso. Pensatore hardcore. Futuro idolo degli adolescenti. Esperto di bacon."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.