Il primo fallimento della Spagna dal 1993: l’Italia batte il record mondiale nonostante le battute d’arresto

Il primo fallimento della Spagna dal 1993
L’Italia stabilisce il record del mondo nonostante gli ammortizzatori

La nazionale italiana di calcio è rimasta imbattuta per tre anni e, nonostante una battuta d’arresto contro la Bulgaria, i campioni d’Europa hanno stabilito un record mondiale. La Spagna, invece, ha perso una qualificazione ai Mondiali per la prima volta in 28 anni, mentre l’Inghilterra ha vinto chiaramente.

I nuovi campioni d’Europa di calcio d’Italia hanno segnato un altro punto esclamativo nonostante un serio ritorno alla grigia quotidianità. A 53 giorni dalla vittoria del titolo ai calci di rigore della finale degli Europei di Londra contro i padroni di casa dell’Inghilterra, gli Azzurra sono rimasti imbattuti nelle qualificazioni ai Mondiali con un debole 1-1 (1-1) contro la Bulgaria nella loro 35esima partita internazionale e così ha dato record di ex campioni del mondo Brasile e Spagna.

Con un pareggio contro una squadra dell’Europa dell’Est nella quarta partita del Gruppo C, la squadra di coach Roberto Mancini ha perso il record di rete nella corsa al biglietto diretto per la finale dei Mondiali 2022 in Qatar. A Firenze, Federico Chiesa (16) inizialmente ha portato l’Italia in vantaggio nel suo precedente lavoro, ma Atanas Ilijew (39) ha pareggiato inaspettatamente. L’Italia ha subito l’ultima sconfitta fino ad oggi a settembre 2018 contro il Portogallo.

Nel Gruppo J Germania, la capolista a sorpresa l’Armenia ha mantenuto il vantaggio. Tre giorni prima della partita del girone di Stoccarda contro la nazionale tedesca, la squadra armena ha affrontato DFB-Schreck North Macedonia a Skopje con un pareggio a reti inviolate. La Romania mantiene il collegamento con il primo trio con 2:0 (0:0).

A differenza dell’Italia, i British European Vice Champions stanno ancora lottando duramente per il torneo di Coppa del Mondo. Con il loro quarto successo con sicurezza per 4-0 (0-0) contro la Germania avversaria nelle qualificazioni agli Europei e l’Ungheria di gran lunga più vicina, i Three Lions hanno consolidato il loro vantaggio nel Gruppo I con un record ancora perfetto in vantaggio. Polonia, che ha giocato contro l’Albania dopo aver preso un vantaggio per 4-1 (2-1) con un gol del calciatore mondiale del Bayern Monaco Robert Lewandowski.

Altri insulti razzisti in Ungheria?

Anche l’Inghilterra ha lottato a lungo davanti a una folla di 60.000 persone a Budapest. Raheem Sterling (55′), Harry Kane (63′), Harry Maguire (69′) e Declan Rice (87′) hanno segnato solo contro gli ungheresi nell’intervallo. Tuttavia, l’entusiasmo britannico è stato rovinato da notizie di ostilità razzista a Budapest. Si dice che alcuni spettatori abbiano emesso versi da scimmia nei confronti di Jude Bellingham e Raheem Steerling durante la partita, secondo quanto riportato all’unanimità dai media britannici.

L’Ungheria è stata condannata a giocare le prossime due partite casalinghe UEFA a porte chiuse a causa del comportamento discriminatorio dei suoi tifosi durante le partite dei Campionati Europei in estate. A quel tempo, i giocatori francesi, tra gli altri, subirono abusi razziali. Tuttavia, le partite delle qualificazioni ai Mondiali fanno parte della competizione organizzata dalla federazione mondiale FIFA, motivo per cui gli spettatori sono ammessi.

In testa al Gruppo E, il Belgio numero uno al mondo ha mantenuto il vantaggio di tre punti sulla Repubblica Ceca (1-0 contro la Bielorussia) vincendo 5-2 (2-1) in Estonia grazie alla doppietta dell’attaccante Romelu Lukaku.

D’altra parte, la Spagna semifinalista ha dovuto accettare battute d’arresto. Gli iberici hanno perso il vantaggio nel Gruppo B contro la Scandinavia con la prima sconfitta in una partita di qualificazione ai Mondiali dal 1993 per 1:2 (1:1) in Svezia. Anche il vantaggio iniziale di Carlos Soler (4°) non ha aiutato gli ex campioni del mondo della Spagna: l’ex Dortmunder Alexander Isak (5) e Viktor Claesson (57) hanno ribaltato le cose a favore dei padroni di casa ancora perfetti.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.