Il Cervino vibra – Notizie online

Youtube/David Snow

Corno di mamma

Il Cervino, la sesta vetta più alta delle Alpi, non è fermo. Ciò è stato recentemente dimostrato dai membri di un team di scienziati sulla base dei dati ottenuti dai più moderni sismometri supersensibili, che hanno posizionato in alto, al centro e in basso. Ogni due secondi, il gigante alpino svizzero oscilla, ma queste vibrazioni sono così minime che rimane un segreto per gli scienziati che ora sono stati aiutati dalla tecnologia a misurare e descrivere il movimento, così che a seguito del terremoto, la vetta si è spostata un millimetro. Ma anche senza terremoto vibra ogni secondo e si muove di pochi milionesimi di millimetro.

Il movimento è piccolo, ma realistico e costante, dicono gli esperti.

Gli scienziati dell’ETH di Zurigo, i loro colleghi di Monaco e degli Stati Uniti sono responsabili di questa storia sulla scoperta delle vibrazioni del Cervino. Il caposquadra è il professor Jeffrey Moore dell’Università dello Utah, che spiega in un articolo pubblicato sul portale di esperti “Science Direct” che le vibrazioni a bassa frequenza citate sono causate dall’energia planetaria creata da tutti i terremoti che si verificano ovunque nel mondo. mondo. Un’altra fonte sono le onde oceaniche di tutti gli oceani.

– Questi sono i toni della terra che non sentiamo e sentiamo con i nostri sensi. Il movimento è minimo, ma costante – afferma il professor Moore, che studia le vibrazioni delle montagne di tutto il mondo.

Un fatto interessante è che le vibrazioni in cima al Cervino sono 14 volte più forti che ai piedi di questo gigante. Questo è il suddetto milionesimo di millimetro.

Il team guidato da Moore ha trasportato in elicottero un sismometro delle dimensioni di una tazza di caffè, ha spiegato Samuel Weber, ricercatore dell’Institute for the Study of Snowfall and Avalanches di Davos. Ha aggiunto che il dispositivo è alimentato con elettricità ottenuta dal sole.

E infine, una parola su questa vetta come attrazione turistica. Il Cervino è una vera calamita per gli ospiti di tutto il mondo. In estate e in inverno è meta di visitatori e i padroni di casa si assicurano che oltre alla natura, che offre panorami indimenticabili dalla maestosa vetta, offra anche ottime condizioni per una vacanza sulla neve o in estate per una passeggiata. . Il treno arriva ai piedi della collina, c’è anche una funivia, molti hotel nel centro sciistico alla moda di Zermatt.

Un migrante dall’Africa

Questa piramide di pietra alta 4.478 metri si trova su tutti e quattro i lati del globo: quello settentrionale scende nella valle di Zermatt, quello orientale verso il passo del Teodul, il sud verso Cerviz in Italia e l’ovest verso il confine italo-svizzero. La catena montuosa si è formata 30 milioni di anni fa quando la placca tettonica africana si è scontrata con la placca europea, anche se “collisione” è una parola troppo forte perché le due placche si muovono solo dieci centimetri all’anno. Tuttavia, il punto è che le Alpi sono solo una parte del bouquet che dall’Atlante in Marocco porta fino al Caucaso.

Il Cervino è un “migrante” africano verso l’Europa, dicono gli scienziati: i piedi e le montagne sono l’Europa, e la vetta è l’Africa, quindi è la dodicesima più alta in Africa (sesta in Svizzera).

Tomba dello scalatore

Più di 500 alpinisti hanno perso la vita nel tentativo di conquistare la vetta del Cervino. Il più tenace e coraggioso fu l’inglese Edward Weimper, che nel 1865 fu il primo a salire in cima ad una roccia che toccava le altezze del cielo, anche se durante la salita rimase senza i quattro compagni morti.

I primi tre nomi

Gli svizzeri chiamano il monte Cervino il loro vanto, gli italiani lo chiamano Monte Cervino e i francesi Servin.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.