Il candidato italiano chiude la campagna elettorale in vista delle elezioni di domenica – Internazionale

I candidati di vari partiti politici italiani hanno chiuso la campagna elettorale questo venerdì in vista delle elezioni previste per questa domenica, in cui il blocco di estrema destra è il favorito.

Il leader del Partito Democratico (PD), Enrico Letta, ha chiuso il suo ultimo raduno in Piazza del Popolo della capitale del Paese, Roma, confermando di aver fatto campagna per parlare di “Italia futura” e contrapposta a un’Italia futura. passato e divisione. “Vinceremo noi: vivi un’Italia democratica e progressista”, ha detto.

Letta ha detto che, a differenza dei diritti, che hanno scelto di favorire “i ricchi e non i deboli”, idea che ha definito “sbagliata”, i Democratici hanno optato per una riduzione delle tasse.

“Abbiamo preso la decisione di difendere la Costituzione italiana, nata dalla Resistenza e dall’antifascismo. Non permetteremo che quella Costituzione, la più bella del mondo, venga rovesciata dai diritti”, ha aggiunto, secondo il ‘Corriere della Sera’.

Il leader del blocco italiano di centrosinistra ha ringraziato anche il compianto presidente del Parlamento europeo, il socialista David Sassoli, ricordando alcune parole da lui pronunciate: “Noi siamo speranza, quando lottiamo contro ogni ingiustizia, quando non costruiamo muri e costruire muri ai confini”, ha detto Leta.

Intanto il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, che ha aperto il raduno del Pd con un primo intervento, ha difeso che domenica sarà una giornata decisiva, poiché il Paese è a un “bivio”. “In ogni scuola ci sarà un voto tra noi e Meloni, tra il futuro e il ritorno al passato”, ha condannato.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.