Google: 1 miliardo di dollari per il nuovo ufficio. Non ricevono il promemoria sul telelavoro?

Google spende molti soldi per il suo ufficio nel Regno Unito. Ma dov’è finito il promemoria dalla California? Immagine: Google.

Le preferenze di lavoro possono cambiare, ma ciò non ha impedito a Google di considerare di tornare alla vita in ufficio.

All’inizio di questo mese, Google ha annunciato che avrebbe speso 1 miliardo di dollari per il suo ufficio nel centro di Londra. Il gigante della tecnologia prevede anche che la sua forza lavoro cresca da 6.400 a 10.000. Ronan Harris, capo di Google nel Regno Unito, ha detto alla BBC che l’azienda vuole vedere un ritorno alla vita d’ufficio.

Secondo lui, il nuovo spazio di lavoro di Google sarà riprogettato per combinare lavoro ibrido e flessibile. Il che dimostra che Google non sta scommettendo su un ritorno all’era desktop pre-pandemia.

Nuovo tentativo di tornare al faccia a faccia sotto le spoglie del lavoro ibrido

L’acquisto degli uffici di Google ha sollevato alcune sopracciglia. “Il massiccio investimento di Google nelle proprietà di Londra potrebbe essere un segno di fiducia nel tornare a lavorare in ufficio. Ma quella fiducia è malriposta e miope”, ha affermato Callum Adamson, CEO e co-fondatore della società di software Distributed.

L’investimento di Google è l’ennesimo tentativo da parte delle grandi aziende di tornare al lavoro faccia a faccia con il pretesto del lavoro ibrido, ha affermato. “Avere una scrivania è un residuo pre-pandemia che, nella migliore delle ipotesi, è dannoso per l’esperienza dei dipendenti e il successo aziendale”, ha affermato.

Molte aziende hanno mostrato interesse a perseguire in una certa misura il telelavoro. Altri, in particolare alcune delle grandi aziende tecnologiche, sono più riluttanti ad ammettere che la maggior parte delle persone non vuole trascorrere la maggior parte della propria vita adulta in ufficio o in viaggio.

“Ripartenza di alcune delle innovazioni perse durante la pandemia”

Ciò non significa che tutti pensino che l’ufficio sia morto. Le persone vogliono sempre (e forse hanno anche bisogno) di uno spazio in cui incontrarsi e connettersi con i propri colleghi.

“I desktop, in una forma o nell’altra, avranno sempre un ruolo da svolgere nel mondo degli affari”, ha affermato Rob Walker, amministratore delegato dell’azienda IT Cognizant per il Regno Unito e l’Italia. Ritiene, tuttavia, che le società che continuano a investire nei loro immobili allo stesso ritmo di prima della pandemia stiano “scommettendo sul cavallo sbagliato”.

“I leader aziendali che riconoscono rapidamente questo fatto troveranno più facile mantenere una forte cultura aziendale e riavviare alcune delle innovazioni perse durante la pandemia. Le persone devono tornare in questo nuovo spazio di propria iniziativa, pur avendo la flessibilità che molti ora si aspettano dagli imprenditori”, ha aggiunto.

Scommetti per Google

Sempre più tecnologie stanno consentendo il lavoro a distanza su larga scala. Sebbene possa essere difficile da stabilire nel 2020, da allora le aziende hanno avuto l’opportunità di superare le loro difficoltà.

Sebbene la gestione possa essere più complicata in ambienti remoti, i datori di lavoro non devono preoccuparsi se si traduce in una maggiore produttività. “Sappiamo che creando una rete di telelavoro che imita l’esperienza dell’ufficio, riduce i costi di formazione dei dipendenti, è più veloce e facile da implementare e aumenta la produttività dei dipendenti”, ha affermato James Bristow, SVP EMEA di Cradlepoint.

Chi non cede alle aspettative di lavoro flessibile dei neoassunti corre anche il rischio di perdere talenti preziosi. “In questo contesto, il recente investimento di Google negli uffici a Londra è una scommessa”, ha affermato James Bristow. “I dipendenti, in particolare quelli che possono telelavorare facilmente, hanno sempre desiderato la possibilità di lavorare da qualsiasi luogo, non solo da casa. »

Martin Bodley, direttore e responsabile globale di Bose Work, sostiene che migliori tecnologie per il lavoro a distanza e una maggiore familiarità con esse significano che le persone possono lavorare in modo flessibile senza compromettere la creatività e il lavoro di squadra. “Durante la progettazione di un ambiente di lavoro post-pandemia, le aziende hanno l’opportunità di far sentire i dipendenti come se fossero seduti in una stanza adiacente, indipendentemente da dove si trovino, eliminando ‘l’obbligo di tutti di essere in ufficio”, descrive.

Google ammette che ci saranno molti tentativi ed errori nei prossimi due anni, cercando di capire cosa significano veramente i termini “ibrido” e “flessibile”. Naturalmente, l’azienda ha tutti gli strumenti necessari per far funzionare i lavori ibridi: dopo tutto, quello testare la strana riunione ibrida e lo spazio di lavoro negli Stati Uniti, sebbene desideri che anche i suoi dipendenti tornino nei loro uffici.

La società in precedenza ha affermato che si aspetta che la maggior parte dei suoi dipendenti lavori dalle proprie scrivanie almeno tre giorni alla settimana. Negli Stati Uniti, coloro che scelgono di trasferirsi o fare il telelavoro possono subire un aggiustamento del salario.

Investendo 1 miliardo di dollari, Google scommette che l’ufficio è ancora rilevante, nonostante tutti i cambiamenti avvenuti nella nostra vita professionale negli ultimi due anni. Probabilmente ci vorrà un po’, e forse più tempo, per vedere se questa scommessa dà i suoi frutti.

Fonte : ZDNet.com

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.