Dopo 52 anni, Leposava di Perlez riabbraccia la figlia portata via alla nascita: “Ha pianto e ha abbracciato Zorica”





La figlia di Leposava, Zorica, è stata portata via alla nascita. Oggi si chiama Loriana, non sapeva di essere stata adottata, lo ha capito quando ha ritrovato il suo vecchio passaporto

Dopo 52 anni, Leposava Dinkovski di Perlez l’ha abbracciata ragazza, Loriana Sasso Italia. Da quando sua madre e il suo patrigno presero sua figlia Zorica nel 1970, non l’aveva più vista fino ad ora.

La madre e il patrigno di Leposavi hanno dato in adozione sua figlia Zorica, che non ha mai smesso di pensare, sognare e desiderare di abbracciare.

Loriana, invece, non aveva idea di essere stata adottata. Vive pacificamente con i suoi genitori italiani, a poi ha tirato fuori dal cassetto il suo passaporto SFRY e ha scoperto di essere serbo. Grazie all’amica di famiglia Radoica Vukić, è riuscito a trovare la sua madre naturale e ad abbracciarla.

Il destino quasi gioca di nuovo brutti scherzi a Leposava e Lorian. Loriana avrebbe dovuto volare in Serbia quattro giorni fa, ma le tempeste hanno colpito l’Italia e la Serbia e tutti i voli da Roma sono stati cancellati. Ancora una volta, Leposava non ha abbracciato la sua Zorica. Ha aspettato Perlez, ma non è venuto. Ora Leposava sta arrivando all’aeroporto di Belgrado, e la sfortuna sta per aggrovigliarsi di nuovo le dita e impedire a sua figlia e sua madre di stare di nuovo insieme.

– È stato l’ultimo a partire, vogliono tornare in Italia, lo hanno tenuto lì a causa di documenti leggermente strappati. Fortunatamente, è arrivata una signora, la principale immagino, quindi l’hanno lasciata andare – ha detto Radoica, che piangeva da sola quando madre e figlia si sono finalmente abbracciate, riferisce “Serbialive Belgrado”.

Leposava singhiozzava, stringendo Zorica, alzando lo sguardo per confermare che fosse davvero sua figlia. Altre lacrime, singhiozzi, ma lacrime di gioia, lacrime che riempivano il vuoto che il destino aveva separato. Erano silenziosi, piangevano, ma i loro occhi parlavano più forte delle parole. Leposava non conosceva l’italiano, Loriana non conosceva il serbo, ma la madre non avrebbe lasciato andare di nuovo sua figlia. Sebbene fosse nei piani di tutti andare a Sremčica vicino a Radoica, Leposava voleva portare a casa sua figlia.

– Andiamo, mio ​​\u200b\u200bZoka, e andrò a casa mia a Perlez, i miei figli e nipoti conoscono l’inglese – La felicità di Leposava non ha fine.

Radoica ha detto che è stato un incontro commovente.

Abbiamo pianto tutti all’aeroporto. Anche i miei occhi sono usciti dalle lacrime. Lo ricorderò per anni – lui dice.

(Telegraf.rs)

Invia le tue registrazioni, foto e storie al numero di telefono +381 64 8939257 (Che cos’è /Viber/ Telegramma).

Telegraf.rs detiene tutti i diritti sul contenuto. Per scaricare i contenuti, vedere le istruzioni sulla pagina Termini di utilizzo.

Romana Giordano

"Scrittore estremo. Appassionato di Internet. Appassionato di tv freelance. Appassionato di cibo malvagio. Introverso. Pensatore hardcore. Futuro idolo degli adolescenti. Esperto di bacon."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *