Come agire in un attacco cardiorespiratorio e come utilizzare un defibrillatore

Recitazione alle 15:01

Est


In Spagna si registrano circa 30.000 arresti cardiorespiratori fuori dall’ospedale. Solo tra il 5 e il 10% di loro guarisce per mancanza di conoscenza delle tecniche di rianimazione.

Sabato scorso, intorno all’81° minuto della partita tra Cádiz CF e FC Barcelona, ​​un tifoso ha avuto un infarto che ha costretto il gioco a sospendere per diversi minuti.

Pochi lunghi minuti in cui tutti i tifosi e i giocatori del Nuevo Mirandilla hanno aspettato che i tifosi si riprendessero. La tensione era tale che persino il portiere Cádiz si è avvicinato all’area in cui si trovava questo inseguitore con un defibrillatore in mano.

Fortunatamente il tifoso ha risposto alla tecnica di rianimazione ed è stato trasferito in ospedale.

Questo episodio è per Società Spagnola di Cardiologia (SEC) un chiaro esempio che saper riconoscere l’arresto cardiaco e saper applicare il protocollo di azione in questi casi può salvare vite.

Dobbiamo perdere la paura della rianimazione cardiaca

Come spiegato da Il dottor Julian Perez-VillacastinSedia della SEC:

  • “Se qualcuno è privo di sensi e non risponde, è in arresto cardiaco, quindi dovresti chiamare immediatamente il 112 e iniziare la rianimazione cardiopolmonare fino all’arrivo dell’ambulanza”.

Inoltre, il medico ha aggiunto che:

  • “Va bene iniziare le manovre di RCP e poi non è un infarto. Devi perdere la paura perché non fanno male”.
|

Come riconoscere l’interruzione e l’esecuzione della RCP

Gli specialisti di cardiologia sottolineano l’importanza del tempo dello spettacolo e il coinvolgimento di coloro che guardano arresto cardiaco. E per ogni minuto che passa senza che noi agiamo, la sopravvivenza diminuisce del 10%.

In Spagna si verificano circa 52.300 attacchi di cuore all’anno:

  • 22.300 in ospedale
  • 30.000 nella comunità.

Di quelli che si verificano al di fuori dell’ambiente ospedaliero, solo tra il 5 e il 10% guarisce.

Per questo motivo e per dissipare paure che non aiuteranno le persone detenute, gli esperti della SEC spiegano come agire rapidamente in caso di infarto:

  • Prima di tutto dobbiamo renderci conto che si tratta di uno stop, e per questo dobbiamo verificare se la persona è cosciente e respira.
  • Se non respira o abbiamo dei dubbi, chiama il 112 e inizia le compressioni toraciche.
  • Per eseguire la manovra di RCP, dobbiamo unire le mani sul terzo inferiore dello sterno e iniziare a eseguire tra le 100 e le 200 compressioni al minuto.
  • Chiedere a una terza persona di trovare il defibrillatore più vicino.
  • Seguire le istruzioni del defibrillatore per erogare la scarica.
  • Continuare con le manovre di RCP fino all’arrivo di un’ambulanza.
  • L’importanza del defibrillatore

La SEC avverte inoltre che è necessaria la presenza di un defibrillatore (DEA) nell’ambiente, poiché questi dispositivi hanno dimostrato la loro efficacia, utilità e sicurezza nei programmi di assistenza immediata condotti da personale non medico in spazi pubblici ad alto afflusso.

Il dispositivo è dotato di sensori che analizzano la frequenza cardiaca del paziente, come descrivono i cardiologi:

  • “Quando il cuore del paziente smette di battere, il defibrillatore eroga una scarica elettrica attraverso la parete toracica per ripristinare un ritmo cardiaco normale”.

La sua importanza ha fatto la Spanish Heart Foundation (FEC), SEC e Croce Rossa ha lanciato l’app Ariadna tre anni fa, ovvero:

  • Un’ampia mappa collaborativa del defibrillatore in tutta la Spagna che consente a questi dispositivi di essere collocati geograficamente in spazi pubblici e privati ​​in modo che la loro posizione sia nota e possa essere utilizzata in caso di infarto.
La Società Spagnola di Cardiologia avverte che è necessaria la presenza di un defibrillatore nell’ambiente. | CONSIGLIO COMUNALE DI VLEZ-MÁLAGA

Sappiamo come eseguire la RCP in spagnolo?

Ebbene, secondo i dati offerti dalla SEC, la formazione in tecniche di rianimazione cardiopolmonare è rara in Spagna, soprattutto se ci confrontiamo con altri paesi europei come Belgio, Danimarca, Francia, Italia, Portogallo e Regno Unito, dove insegnare questa pratica è vero.-davvero obbligatorio.

  • “L’arresto cardiaco è considerato uno dei maggiori problemi di salute pubblica a livello mondiale. È un fenomeno sociale drammatico da cui nessuno è escluso, quindi è necessario unire le forze per migliorare la cura dell’infarto in Spagna”, conclude il dott. Julian Perez-Villacastin.

Rodolfo Cafaro

"Inguaribile piantagrane. Professionista televisivo. Sottilmente affascinante evangelista di Twitter. Imprenditore per tutta la vita."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.