Collaborazione interamericana con ALTERLIFE

D’ora in poi l’importo delle prestazioni ad eccezione delle prestazioni di invalidità sarà depositato sulla carta prepagata e non sul conto corrente bancario.

Niente più contanti per circa 2 milioni di beneficiari OPECA, con l’introduzione delle carte prepagate a partire dal 2023. D’ora in poi, l’importo delle prestazioni ad eccezione delle prestazioni di invalidità sarà depositato su carte prepagate e non su conti bancari.

Pertanto, i beneficiari potranno utilizzare la carta prepagata e fare acquisti. Attualmente, con le carte prepagate, viene pagata metà del precedente reddito minimo garantito di KEA.

A partire dal 2023 l’intero Reddito Minimo Garantito sarà accreditato sulla carta prepagata. Lo stesso vale per tutte le prestazioni OPECA ad eccezione delle prestazioni di invalidità. L’intero importo della franchigia sarà depositato sulla carta prepagata e attraverso la quale il destinatario effettuerà l’acquisto.

Le modifiche che verranno apportate sono le seguenti:
• Verranno create carte prepagate anche per altri importanti benefici assistenziali dell’OPECA, come il mantenimento dei figli, l’indennità di alloggio e l’indennità di nascita.

• L’indennità di disoccupazione di base del DYPA, ovvero l’OAED, sarà pagata con carta.

• Verrà fissato un limite di prelievo di contanti per le carte prepagate e l’importo residuo sopra il limite potrà essere utilizzato solo con pagamenti elettronici, ad esempio acquisti POS, acquisti e-banking, ecc.

• Le carte prepagate saranno incentivate per determinati beni e servizi (come spese per figli o parto) e altre spese, come il gioco d’azzardo, saranno vietate.

Banche
Secondo le informazioni, le discussioni tra il Ministero del lavoro, delle finanze e della governance digitale con le banche si concluderanno in autunno per condurre una gara per l’attuazione del progetto.

Le banche per il rilevamento di nuove carte e la loro distribuzione ai destinatari riceveranno per il primo anno di attuazione della legge, ovvero il 2023, un importo di 10 milioni di euro.

La soluzione della carta prepagata faciliterà notevolmente l’utilizzo della paghetta, di qualsiasi categoria. I titolari di carte effettueranno transazioni immateriali, elettronicamente, tramite e-shopping, e-banking e altri servizi online. Allo stesso tempo, si ritiene che dovrebbe esserci un limite all’importo di denaro che i beneficiari dell’OPECA e del DYPA possono “prelevare”, ovvero l’OAED.

Versione stampata “TA NEA”

Xaviera Violante

"Premiato studioso di bacon. Organizzatore. Devoto fanatico dei social media. Appassionato di caffè hardcore."

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.